CONCORSO COMMISSARI POLIZIA 2024


CONCORSO COMMISSARI POLIZIA 2024

È indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione di 196 commissari della carriera dei funzionari di Polizia.


VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE


SCADENZA24 Febbraio 2024

TITOLI RICHIESTI:

essere in possesso di una laurea magistrale o specialistica a contenuto giuridico conseguita presso un’Università della Repubblica italiana o un Istituto di istruzione universitario equiparato.

FASI DEL CONCORSO:

  • prova preselettiva;
  • accertamenti psico-fisici;
  • accertamento attitudinale;
  • prove scritte;
  • prova orale;

MATERIE E PROVE

La prova preselettiva prevede un questionario, articolato in domande con risposta a scelta multipla, sulle seguenti materie:

  • diritto penale,
  • diritto processuale penale,
  • diritto civile,
  • diritto costituzionale,
  • diritto amministrativo.

i questionari della prova preselettiva saranno pubblicati almeno trenta giorni prima dell’inizio dello svolgimento della
medesima prova, sul sito web istituzionale www.poliziadistato.it. Il calendario e al sede o le sedi di svolgimento dell’eventuale prova preselettiva saranno pubblicati sul sito web istituzionale www.poliziadistato.it, il giorno 29 febbraio 2024, con valore
di notifica a tutti gli effetti.


Ai fini dello svolgimento della verifica dell’efficienza fisica i candidati convocati sono sottoposti agli esercizi ginnici, da superare ni sequenza, sotto specificati:

Il mancato superamento, anche di uno dei suddetti esercizi ginnici, determina l’esclusione dal concorso per inidoneità, motivata in apposito verbale notificato contestualmente al candidato escluso.
Le “Modalità relative allo svolgimento delle prove di efficienza fisica” sono pubblicate sul sito web istituzionale www.poliziadistato. it almeno sette giorni prima dell’inizio delle stesse.  lI giorno di presentazione alle suddette prove di efficienza fisica, tutti i candidati devono essere muniti di idoneo abbigliamento sportivo e di un valido documento di identità e devono altresì consegnare, a pena di esclusione dal concorso, un certificato di idoneità sportiva agonistica per l’atletica leggera, conforme al decreto del Ministero della Sanità del 18 febbraio 1982, rilasciato da medici appartenenti alla Federazione Medico Sportiva Italiana, o, comunque, a strutture sanitarie pubbliche o private convenzionate, in cui esercitino medici specialisti in “medicina dello sport”.


I candidati risultati idonei all’accertamento dei requisiti psico-fisici e i candidati appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stato che espleta funzioni di polizia saranno sottoposti alla verifica del possesso delle qualità attitudinali da parte di una Commissione.

Gli accertamenti sono articolati in due distinte fasi:

a) fase istruttoria, volta alla preliminare ricognizione degli elementi necessari per la formazione della decisione finale. Tale fase sarà condotta separatamente da:

  • funzionari della carriera dei funzionari tecnici di polizia del ruolo degli psicologi, mediante somministrazione di una batteria di test composta da uno o più test psicometrici
  • funzionari appartenenti ad una delle carriere dei funzionari della Polizia di Stato, in possesso della qualifica di perito in materia di selezione attitudinale, individuati, preferibilmente, tra gli appartenenti al ruolo che espleta funzioni di polizia, mediante conduzione di un’intervista attitudinale con il candidato, finalizzata all’esplorazione delle aree del profilo attitudinale di riferimento, anche alla luce delle indicazioni fornite nella “relazione psicologica”. Gli esiti dell’intervista sono riportati in una “scheda di valutazione attitudinale”;

b) fase costitutiva, nella quale la commissione – composta da membri diversi da quelli della fase precedente – valutata documentazione istruttoria e le risultanze di un ulteriore colloquio condotto collegialmente, assume le deliberazioni conclusive in merito al possesso dei requisiti attitudinali, alle potenzialità indispensabili all’espletamento delle funzioni e all’assunzione delle relative responsabilità.


Le due prove scritte, della durata massima di otto ore ciascuna, vertono sulle seguenti materie:
a) diritto costituzionale congiuntamente o disgiuntamente a diritto amministrativo, con eventuale riferimento alla legislazione speciale in materia di pubblica sicurezza;
b) diritto penale congiuntamente o disgiuntamente a diritto processuale penale.


La prova orale, oltre che sulle materie oggetto delle prove scritte, verte sulle seguenti materie:

  • diritto civile;
  •  diritto della navigazione;
  • ordinamento dell’Amministrazione della pubblica sicurezza;
  • diritto dell’Unione europea;
  • diritto internazionale;
  •  nozioni di medicina legale;
  •  lingua inglese.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata e trasmessa entro il termine perentorio di trenta giorni, che decorre dal giorno successivo ala data di pubblicazione del presente bando sul Portale unico del reclutamento, disponibile all’indirizzo www.inpa.gov.it.
La citata domanda deve essere compilata e trasmessa utilizzando la procedura informatica disponibile all’indirizzo https://concorsionline.poliziadistato.it, accessibile attraverso link di reindirizzamento presente sul citato Portale unico del reclutamento.

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE


CONCORSO COMMISSARI POLIZIA 2024 – fine pagina

CONCORSO 375 POSTI MINISTERO AGRICOLTURA


CONCORSO 375 POSTI MINISTERO AGRICOLTURA

Concorso pubblico su base territoriale, per titoli ed esami, per il reclutamento di un contingente complessivo di n. 374 (trecentosettantaquattro) unità di personale non dirigenziale, a tempo pieno e indeterminato, da inquadrare nell’Area Funzionari.

SCADENZA

27 Gen 2024 23:59

DOMANDA

la domanda può essere presentata per uno solo dei codici di concorso di cui al precedente articolo 1, comma 1. Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS, compilando il format di candidatura sul Portale “inPA”, disponibile all’indirizzo internet “https://www.inpa.gov.it/”, previa registrazione sullo stesso Portale. 

PROFILI MESSI A CONCORSO

112 (centododici) unità da destinare alla Sezione Agricoltura, presso l’amministrazione centrale in Roma, suddivise come segue: 

  • 28 unità con il profilo di di funzionario agrario forestale, di cui n. 1 unità prioritariamente riservata ai sensi dell’articolo 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68 (Codice A.1); 
  • 44 unità con il profilo di funzionario amministrativo contabile, di cui n. 1 unità prioritariamente riservata ai sensi dell’articolo 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68 (Codice A.2); 
  • 18 unità con il profilo di funzionario amministrativo giuridico (Codice A.3); 
  • 12 unità con il profilo di funzionario informatico (Codice A.4); 
  • 3 unità con il profilo di funzionario linguistico e per la comunicazione (Codice A.5); 
  • 2 unità con il profilo di funzionario tecnico ambientale (Codice A.6); 
  • 2 unità con il profilo di funzionario tecnico idraulico (Codice A.7); 
  • 1 unità con il profilo di funzionario tecnico meccanico (Codice A.8); 
  • 2 unità con il profilo di funzionario veterinario (Codice A.9).

262 (duecentosessantadue) unità da destinare alla Sezione ICQRF, suddivise come segue:

  • 128 unità con il profilo di ispettore agrario (Codici B.1., B.2, B.3)  
  • 25 unità con il profilo di ispettore amministrativo contabile (Codici B.4, B.5, B.6) 
  • 84 unità con il profilo di ispettore amministrativo giuridico (Codici B.7, B.8, B.9) 
  • 2 unità con il profilo di ispettore informatico (Codici B.10, B.11, B.12) 
  • 23 unità con il profilo di ispettore chimico (Codice B.13) 

PROVE

La prova scritta distinta per i profili professionali consisterà in un test di n. 40 (quaranta) quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30 punti. 

Avrà per oggetto:

25 domande sulle varie materie previste nei profili (leggi il bando per tutti i dettagli)

8 (otto) quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico- verbale; 

7 (sette) quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo.

La prova scritta si svolgerà esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali, assicurando comunque la trasparenza e l’omogeneità delle prove somministrate in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti. 

La prova orale, distinta per profilo professionale di cui al precedente articolo 1, consiste in un colloquio interdisciplinare volto ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati nelle materie della prova scritta. La prova orale si svolge in un’aula aperta al pubblico, di capienza idonea ad assicurare la massima partecipazione e, in caso di impossibilità a procedere in tal senso, lo svolgimento della prova può avvenire in videoconferenza.



CONCORSO 375 POSTI MINISTERO AGRICOLTURA – fine pagina



Concorso Val d’Aosta


Concorso Val d’Aosta


 

BANDO DI PROCEDURA SELETTIVA UNICA, PER ESAMI, PER L’ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI 86 COLLABORATORI (CATEGORIA C – POSIZIONE C2), NEL PROFILO DI ASSISTENTE AMMINISTRATIVO-CONTABILE, DI CUI 53 POSTI DA ASSEGNARE AGLI ORGANICI DELL’AMMINISTRAZIONE REGIONALE, CON RISERVA DI 15 POSTI PER IL PERSONALE INTERNO, E 33 POSTI DA ASSEGNARE AGLI ORGANICI DI ALTRI ENTI DEL COMPARTO UNICO DELLA VALLE D’AOSTA, DI CUI 2 A TEMPO PARZIALE.

SCADENZA:

29/12/2923

TITOLI RICHIESTI:

  • Titolo finale di studio di istruzione secondaria di secondo grado valido per l’iscrizione all’università;
  • Qualsiasi laurea o laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento è considerata assorbente rispetto al diploma di istruzione secondaria di secondo grado valido per l’iscrizione all’università.
  • Conoscenza  delle lingue italiana e francese;

MATERIE E PROVE:

PROVA PRESELETTIVA

L’Amministrazione si riserva la facoltà, all’esito dell’accertamento linguistico di cui all’art. 15 del bando, di procedere ad una prova preselettiva, ai fini dell’ammissione alle prove d’esame, di cui all’art. 17, di un numero massimo di 300 candidati, in base al punteggio conseguito.

La prova preselettiva consiste nella soluzione in un tempo determinato di un test a rispostamultipla, secondo i criteri che saranno stabiliti dalla Commissione esaminatrice, sulle materie d’esame

PROVE D’ESAME

1. Le prove d’esame comprendono:

a) una prova scritta vertente su:

  • Elementi di diritto amministrativo: atto, procedimento amministrativo e diritto di accesso (normativa statale e regionale);
  • Elementi di contabilità pubblica armonizzata, con riferimento al Titolo I, al Titolo III e all’allegato 1 (Principi generali o postulati) del d.lgs. 118/2011;

b) una prova orale vertente su una o su più materie della prova scritta, nonché sulle seguenti:

  • Ordinamento della Regione autonoma Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste;
  • Norme sull’organizzazione dell’Amministrazione regionale e degli Enti del Comparto unico della Valle d’Aosta (legge regionale 23 luglio 2010, n. 22);
  • Sistema delle autonomie in Valle d’Aosta (legge regionale 7 dicembre 1998, n. 54).

ACCERTAMENTO LINGUISTICO

Il candidato deve sostenere un esame preliminare consistente nell’accertamento della conoscenza della lingua italiana o francese. L’accertamento, effettuato sulla lingua diversa da quella scelta dal candidato nella domanda di ammissione al concorso per lo svolgimento della prova preselettiva (art. 16) e delle prove d’esame (art. 17), consiste in una prova scritta ed una prova orale riguardanti la sfera pubblica e la sfera professionale, strutturate secondo le modalità disciplinate con deliberazioni della Giunta regionale n. 4660 del 3 dicembre 2001 e n. 1501 del 29 aprile 2002.

La tipologia della prova è pubblicata sul II supplemento ordinario del Bollettino ufficiale della Regione Valle d’Aosta n. 23 del 28 maggio 2002 nonché visionabile sul sito istituzionale della Regione – Sezione concorsi. Le guide per il candidato utili alla preparazione delle prove sono state pubblicate sui supplementi I e II del Bollettino ufficiale della Regione Valle d’Aosta n. 49 del 12 novembre 2002; le stesse sono inoltre in consultazione presso le biblioteche della Valle d’Aosta e visionabili sul sito istituzionale della Regione – Sezione concorsi.

Il candidato che non riporta una votazione di almeno 6/10 in ogni prova, scritta e orale, non è ammesso alla prova preselettiva 

Leggi il bando per sapere chi è esonerato dall’accertamento linguistico

DOMANDA

 Per procedere alla compilazione della domanda il candidato deve essere munito di IdentitàDigitale (SPID/CIE/CNS).

Il candidato non ancora registrato nella piattaforma presente sul sitodell’Amministrazione regionale dovrà:

a) collegarsi al sito istituzionale della Regione (www.regione.vda.it) nella sezione dedicata ai concorsi e selezionare l’icona oppure collegarsi direttamente all’indirizzo: https://regione- vda.iscrizioneconcorsi.it;

b) selezionare l’icona e autenticarsi scegliendo una delle modalità tra quelle proposte (SPID/CIE/CNS);

c) entrare nella pagina di registrazione, completare e confermare i dati personali richiesti e prendere visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali;

d) entrare nella sezione “selezioni” e scegliere la procedura dall’elenco dei concorsi cui è possibile iscriversi on-line;

e) compilare il modulo di iscrizione on–line in tutte le sue parti; il candidato può accedere più volte alla propria domanda e compilare/modificare/correggere/cancellare i dati inseriti, utilizzando i bottoni “compila” e “salva”;

f) occorre cliccare, nel menù a sinistra, su “conferma e invio” una volta terminata la compilazione, al fine di inviare definitivamente la domanda di partecipazione al concorso.

3. Il candidato già registrato sulla piattaforma presente sul sito dell’Amministrazione regionale dovrà:

g) collegarsi al sito istituzionale della Regione (www.regione.vda.it) nella sezione dedicata ai concorsi e selezionare l’icona oppure collegarsi direttamente all’indirizzo: https://regione- vda.iscrizioneconcorsi.it;

h) selezionare l’icona e autenticarsi scegliendo una delle modalità tra quelle proposte (SPID/CIE/CNS);

i) completare la domanda con le medesime modalità previste alle lettere d)-f) del comma 2.

Il candidato riceve un messaggio di posta elettronica a conferma dell’avvenuta iscrizione al concorso, è onere del candidato accertarsi della ricezione suddetta entro il termine di scadenza del bando.

Nel caso di inserimenti errati, il candidato può richiedere l’annullamento della domanda presentata, utilizzando le richieste di assistenza. Una volta accolta tale richiesta, il candidato troverà l’icona per procedere all’annullamento sotto alla scritta “Annulla” nella pagina di riepilogo dei concorsi aperti. L’annullamento e la presentazione di una nuova domanda devono avvenire entro il termine di scadenza del bando.

I candidati sono invitati ad utilizzare il link “Richiesta di assistenza” esclusivamente per problemi tecnici riscontrati in fase di registrazione o iscrizione e a contattare l’Ufficio concorsi telefonicamente o tramite posta elettronica per ogni altra informazione inerente la procedura.

DATE DELLE PROVE

Il diario e il luogo delle prove concorsuali (artt. 15, 16 e 17) sono pubblicati sul sito istituzionale della Regione autonoma Valle d’Aosta/avvisi e documenti/concorsi e all’albo notiziario della Regione il giorno 9 febbraio 2024. La data di pubblicazione all’albo notiziario della Regione ha valore di comunicazione diretta ai destinatari ai fini del rispetto del termine dei 15 giorni di preavviso da garantire ai candidati.


LINK AL BANDO Concorso Val d’Aosta

LINK ALLA PAGINA DEL SITO

SCARICA QUI IL MANUALE DEI CORSI ONLINE

VAI ALLA PAGINA DEL CORSO DI PREPARAZIONE 86 istruttori Valle d’Aosta


Concorso Val d’Aosta – fine pagina

Concorso Val d’Aosta Concorso Val d’Aosta

Agenzia delle Entrate 530 Funzionari


Agenzia delle Entrate 530 Funzionari


VAI ALLA PAGINA DEL CORSO DI PREPARAZIONE

SCARICA QUI LA PRESENTAZIONE DEL CORSO AGENZIA DELLE ENTRATE 530 FUNZIONARI


Attività

Svolge attività complesse, per il loro elevato contenuto specialistico, con riferimento ai servizi di pubblicità immobiliare, elaborando e definendo soluzioni anche nuove coerenti con le prassi e le politiche funzionali; assicura assistenza e consulenza alla generalità degli utenti, gestisce le attività di aggiornamento e conservazione delle banche dati di pubblicità immobiliare, presidia i procedimenti di volontaria giurisdizione e svolge attività di monitoraggio in caso di rifiuto o riserva dei conservatori.

Scadenza

26 Agosto 2023

Titoli richiesti

Alla procedura selettiva di cui al presente bando possono partecipare coloro che, alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande, sono in possesso dei seguenti requisiti:
Titolo di studio:
– laurea triennale (L) nelle seguenti classi di laurea o titolo equiparato:
Scienze dei servizi giuridici (L-14); oppure:
– diploma di laurea in giurisprudenza, conseguito secondo l’ordinamento di studi
previgente al decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, o titolo equipollente
per legge; oppure:
– laurea specialistica o magistrale equiparata ai suddetti diplomi di laurea
secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009.

Alla procedura selettiva possono partecipare anche coloro che sono in possesso di titolo di studio conseguito all’estero, o di titolo estero conseguito in Italia, riconosciuto equipollente ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi, secondo la vigente normativa, ad una delle lauree sopra indicate. Possono partecipare altresi? coloro per i quali la procedura per il riconoscimento della suddetta equipollenza sia in corso, purche? dimostrino di aver presentato la relativa richiesta, ai sensi delle disposizioni vigenti in materia, entro il termine ultimo di presentazione della domanda di partecipazione al presente concorso.

L’Agenzia delle entrate si riserva la facolta?, in ogni momento della procedura, di procedere, con atto motivato, all’esclusione dei candidati che abbiano riportato sentenze penali di condanna o provvedimenti equiparati ancorche? non passati in giudicato o di patteggiamento, tenuto conto dei requisiti di condotta e di moralita? necessari per svolgere le mansioni proprie dell’area funzionario, nonche? del tipo e della gravita? del reato commesso

Materie e prove

La procedura di selezione prevede una sola prova scritta.

Prova scritta, consistente in una serie di quesiti a risposta multipla volti ad accertare la conoscenza delle materie di seguito specificate:

  •  diritto civile;
  •  diritto amministrativo;
  • elementi di diritto processuale civile;
  •  elementi di diritto tributario;
  • elementi di diritto penale.

La prova è valutata in trentesimi e s’intende superata con il punteggio di 21/30.

Domanda

l candidato dovrà inviare la domanda di partecipazione al concorso esclusivamente per via telematica, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS, mediante la compilazione del format di candidatura sul Portale “inPA”, disponibile all’indirizzo internet https://www.inpa.gov.it/, previa registrazione sullo stesso Portale.

Per la partecipazione al concorso, il/la candidato/a deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato o di un domicilio digitale.
La registrazione, la compilazione e l’invio on line della domanda devono essere completati entro le ore 23.59 del 26 Agosto 2023

Periodo di prova:

In base all’articolo 19 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto Funzioni Centrali – periodo 2019-2021, il personale inquadrato nell’Area funzionari è soggetto a un periodo di prova della durata di quattro mesi.  Il periodo di prova è finalizzato a verificare nelle concrete situazioni di lavoro l’abilità dei neoassunti ad applicare le proprie conoscenze alla soluzione di problemi operativi e le loro competenze trasversali.


LINK UTILI:


Concorso agenzia delle entrate 2023

Agenzia delle Entrate 530 Funzionari – fine pagina


Agenzia delle Entrate 530 Funzionari

Agenzia delle Entrate 3970 Funzionari


Agenzia delle Entrate 3970 Funzionari


LINK AL CORSO DI PREPARAZIONE Agenzia delle Entrate 3970 Funzionari

SCARICA QUI LA PRESENTAZIONE DEL CORSO


Attività

Svolge attività complesse, per il loro elevato contenuto specialistico, in materia fiscale, elaborando e definendo soluzioni anche nuove coerenti con le prassi e le politiche funzionali; fornisce assistenza e consulenza all’utenza su adempimenti contabili e fiscali, cura l’attività di gestione ed erogazione dei servizi fiscali e di analisi ed elaborazione della modulistica fiscale, effettua attività di analisi e ricerca dei fenomeni illeciti, svolge le attività esterne di verifica e accesso mirato, gestisce le attività di controllo sostanziale e di accertamento fiscale, cura gli adempimenti connessi al contenzioso tributario e alla riscossione.

Scadenza

26 Agosto 2023

Titoli richiesti

Alla procedura selettiva di cui al presente bando possono partecipare coloro che, alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande, sono in possesso dei seguenti titoli di studio:

  • Laurea triennale (L) nelle seguenti classi di laurea o titolo equiparato: Scienze dei servizi giuridici (L-14); Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione (L-16); Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L- 36); Scienze economiche (L-33) Scienze dell’Economia e della gestione aziendale (L-18); oppure:
  • Diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio, conseguito secondo l’ordinamento di studi previgente al decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, o titolo equipollente per legge; oppure:
  • Laurea specialistica o magistrale equiparata ai suddetti diplomi di laurea secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009.

Alla procedura selettiva possono partecipare anche coloro che sono in possesso di titolo di studio conseguito all’estero, o di titolo estero conseguito in Italia, riconosciuto equipollente ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi, secondo la vigente normativa, ad una delle lauree sopra indicate

Materie e prove

La procedura di selezione prevede una sola prova scritta.

Prova scritta, consistente in una serie di quesiti a risposta multipla volti ad accertare la conoscenza delle materie di seguito specificate:

  • diritto tributario ed elementi di teoria dell’imposta;
  • diritto civile e commerciale;
  • diritto amministrativo;
  • contabilità aziendale;
  • elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica
  • amministrazione e ai reati tributari.

La prova è valutata in trentesimi e s’intende superata con il punteggio di 21/30.

Indicazioni in relazione alla prova scritta saranno pubblicate il giorno 4 settembre 2023, con valore di notifica a tutti gli effetti, nel sito Internet dell’Agenzia delle entrate, www.agenziaentrate.gov.it e sul Portale InPA. Nell’avviso verranno fornite anche indicazioni sulle misure organizzative volte ad assicurare la partecipazione alla prova scritta alle candidate che risultino impossibilitate al rispetto del calendario previsto a causa dello stato di gravidanza o allattamento nonche? sulle modalita? di comunicazione preventiva da parte di chi ne abbia interesse.

Domanda:

Il candidato dovrà inviare la domanda di partecipazione al concorso esclusivamente per via telematica, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS, mediante la compilazione del format di candidatura sul Portale unico del reclutamento “inPA”, disponibile all’indirizzo internet https://www.inpa.gov.it/, previa registrazione sullo stesso Portale.

Per la partecipazione al concorso, il/la candidato/a deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato o di un domicilio digitale.
La registrazione, la compilazione e l’invio on line della domanda devono essere completati entro le ore 23.59 del trentesimo giorno successivo a quello della pubblicazione del bando.

Periodo di prova:

In base all’articolo 19 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto Funzioni Centrali – periodo 2019-2021, il personale inquadrato nell’Area funzionari è soggetto a un periodo di prova della durata di quattro mesi.  Il periodo di prova è finalizzato a verificare nelle concrete situazioni di lavoro l’abilità dei neoassunti ad applicare le proprie conoscenze alla soluzione di problemi operativi e le loro competenze trasversali.

ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO GENOVA E TOSCANA 81 POSTI


ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO GENOVA E TOSCANA 81 POSTI

 


CONCORSI ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO

CONCORSI ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO

GENOVA:

SCADENZA: 29/06/2023

CONCORSO PUBBLICO, PER ESAMI, PER L’ASSUNZIONE A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI N. 50 ISTRUTTORI SERVIZI AMMINISTRATIVI AREA DEGLI ISTRUTTORI (EX CATEGORIA C   POSIZIONE ECONOMICA C.1)

 

 

PER IL  CONCORSO GENOVA 50 ISTRUTTORI AMMINISTRATIVI IL CORSO GIUSTO E’ IL CLASSICO ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO, CLICCA QUI PER VISITARE LA PAGINA

AL CORSO PUOI ABBINARE GRATUITAMENTE IL PERCORSO DI PREPARAZIONE DELLE PROVE ATTITUDINALI CHE TROVI QUI.


TITOLI RICHIESTI

Possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado, conseguito previo superamento di un corso di studi di durata quinquennale. 

Per i cittadini italiani in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’assunzione sarà subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti, del provvedimento di equivalenza, del titolo di studio posseduto, al titolo di studio richiesto dal presente avviso di selezione, così come previsto dall’art. 38 del D.Lgs. 30.03.2001, n. 165. 

In tal caso, il candidato deve espressamente dichiarare, nella propria domanda di partecipazione, pena esclusione, di aver avviato l’iter procedurale, per l’equivalenza del proprio titolo di studio, previsto dalla richiamata normativa

MATERIE E PROVE

Prova preselettiva 

L’Amministrazione, in considerazione del numero delle candidature che perverranno, si riserva la facoltà di espletare una preselezione.

L’eventuale preselezione, che in caso di turno unico non sarà soggetta a sorteggio, consisterà in un questionario a risposta multipla avente ad oggetto le materie indicate come da programma delle prove scritte ed orali e/o test di tipo psico attitudinale. 

La prova preselettiva potrà anche svolgersi in modalità telematica, secondo le indicazioni che verranno rese pubbliche dalla Civica Amministrazione sul sito internet dell’Ente.

Prove concorsuali

Gli esami consisteranno in una prova scritta ed una prova orale. Le prove potranno anche svolgersi in modalità telematica, secondo le indicazioni che verranno rese pubbliche dalla Civica Amministrazione sul sito internet dell’Ente.

La prova scritta sarà volta ad accertare il possesso delle competenze proprie della professionalità ricercata e consisterà in quesiti a risposta multipla con risposte già predefinite

Nel corso dell’eventuale prova preselettiva o della prova scritta o della prova orale verrà altresì accertata la conoscenza della lingua inglese e della conoscenza di base dell’uso   8   delle seguenti applicazioni informatiche: pacchetto Microsoft Office Professional

La prova scritta e la prova orale verteranno sulle seguenti materie:

  • Ordinamento degli Enti Locali;   
  • Ordinamento contabile e finanziario degli Enti Locali; 
  • Diritto amministrativo (con particolare riferimento a: atti e provvedimenti amministrativi, principi che regolano l’attività amministrativa e procedimento amministrativo, accesso agli atti, tutela della privacy); 
  • Elementi in materia di Codice dell’Amministrazione Digitale;  
  • Codice di comportamento dei dipendenti pubblici; 
  • Elementi di diritto penale, con riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione. 
  • Elementi in materia di trasparenza e di prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione; 
  • rapporto di lavoro nell’ente locale e Contratto Nazionale di Lavoro del Comparto Regioni – Enti Locali (D.Lgs. n. 165/01 e successive modifiche ed integrazioni); 
  • Statuto del Comune di Genova;   
  • Elementi in materia di normativa sui Codice dei Contratti.

DOMANDA

Le domande di partecipazione alla selezione, oltreché il versamento della tassa di iscrizione al concorso, dovranno essere redatte esclusivamente per via telematica dalla pagina web che verrà indicata nel sito internet del Comune di Genova.

Si ricorda che per presentare la domanda sarà NECESSARIO essere in possesso delle credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) oppure della Carta di Identità Elettronica (CIE). 

N.B. Sarà possibile modificare od integrare la domanda di partecipazione già compilata, entro e non oltre lo stesso termine sopraindicato, utilizzando il link ricevuto tramite mail dopo la registrazione.

Si consiglia di effettuare la registrazione e la compilazione della domanda di partecipazione ed il versamento di euro 10,00 con sufficiente anticipo rispetto al termine di scadenza, al fine di evitare il sovraccarico delle relative piattaforme informatiche.

Non sono ammesse altre forme di produzione ed invio della domanda di ammissione.



LINK UTILI:

BANDO GENOVA 50 ISTRUTTORI AMMINISTRATIVI

PAGINA SITO  GENOVA 50 ISTRUTTORI AMMINISTRATIVI

CORSO DI PREPARAZIONE GENOVA 50 ISTRUTTORI AMMINISTRATIVI:

PER IL  CONCORSO GENOVA 50 ISTRUTTORI AMMINISTRATIVI IL CORSO GIUSTO E’ IL CLASSICO ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO, CLICCA QUI PER VISITARE LA PAGINA. 

AL CORSO PUOI ABBINARE GRATUITAMENTE IL PERCORSO DI PREPARAZIONE DELLE PROVE ATTITUDINALI CHE TROVI QUI.



 

CONCORSI ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO

CONCORSI ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO

REGIONE TOSCANA:

LA REGIONE TOSCANA HA INDETTO UN CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L’ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI N. 31 UNITA’ DI PERSONALE – AREA DEGLI ISTRUTTORI, PROFILO PROFESSIONALE “ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO”.

SCADENZA: ore 12 del 23 giugno 2023

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE REGIONE TOSCANA 31 AMMINISTRATIVI


TITOLI RICHIESTI:

titolo di studio di scuola secondaria superiore (diploma di maturità). Nella domanda di candidatura dovrà essere specificato il titolo di studio conseguito.

In caso di titoli di studio conseguiti all’estero, il candidato potrà partecipare alla selezione se ne è stato chiesto il riconoscimento dall’ordinamento italiano ai sensi della vigente normativa in materia.

Il candidato dovrà dunque allegare alla domanda uno dei seguenti documenti:

a) la dichiarazione di equipollenza o la ricevuta di avvio della relativa procedura;

b) la ricevuta di avvio della procedura di equivalenza. Con riferimento alla procedura di equipollenza, questa deve essere avviata entro la data di scadenza del bando qualora il candidato, al momento della presentazione della domanda, non sia già in possesso del riconoscimento accademico del titolo di studio.

MATERIE E PROVE:

Prova preselettiva:

Qualora il numero delle domande di partecipazione al concorso dei soggetti non esonerati dalla prova preselettiva sia superiore a 500, l’Amministrazione può procedere, tramite la Commissione esaminatrice nominata per lo svolgimento del presente concorso, alla prova preselettiva dei concorrenti mediante il ricorso a test selettivi a risposta multipla diretti a verificare la conoscenza delle materie d’esame.

Sono ammessi alla prova preselettiva tutti i candidati che hanno presentato domanda di partecipazione al concorso, salvo quelli per i quali sia stata accertata l’irricevibilità della stessa (art. 3).

Sono esonerati dalla preselezione e vengono ammessi direttamente alla prova scritta, ai sensi dell’articolo 20, comma 2 bis, della legge n. 104/1992, i candidati con una invalidità pari o superiore all’80%.

Prova scritta:

La prova scritta potrà essere svolta, a scelta della Commissione esaminatrice, sotto forma di elaborato scritto, in un questionario a risposte sintetiche e/o in domande a risposta multipla, anche a carattere teorico-pratico, volte ad accertare anche le capacità applicative ed attitudinali dei candidati nonchè la professionalità degli stessi, anche eventualmente con riferimento a specifiche situazioni o a casi problematici sulle materie di seguito riportate:

    • elementi di diritto europeo, con particolare riferimento agli aspetti istituzionali, ai principi, priorità e strumenti della politica di coesione 2021-2027, nonchè alle disposizioni comuni e regole finanziarie applicabili ai fondi richiamati dal Regolamento (UE) 2021/1060 del Parlamento europeo e del Consiglio del 24 giugno 2021;
    • elementi di diritto costituzionale, con particolare riferimento al titolo V della Costituzione e al sistema delle fonti del diritto;
    • elementi di diritto amministrativo, con particolare riferimento ai principi in materia di azione amministrativa (semplificazione, trasparenza e accesso), alla disciplina del procedimento amministrativo, dell’atto amministrativo e della giustizia amministrativa, nonchè alla disciplina dei contratti pubblici, gare e appalti;
    • elementi di diritto regionale, con particolare riferimento allo Statuto della Regione Toscana, nonchè alla normativa in tema di organizzazione e ordinamento della Regione Toscana (L.R. n. 1/2009; d.p.g.r. 33/R/2010);
    • elementi di contabilità pubblica e regionale, con particolare riferimento alle fonti normative e all’ordinamento contabile delle Regioni.

Durante lo svolgimento della prova scritta i candidati non potranno consultare testi di alcun genere, nè utilizzare cellulari, tablet o altri strumenti di comunicazione o tecnologie connesse ad internet, salvo quelli eventualmente forniti dall’amministrazione per lo svolgimento della prova o qualora necessari per lo svolgimento della stessa con modalità semplificate ai sensi dell’art. 8, pena l’esclusione.

Prova orale:

La prova orale verte, oltre che sulle materie oggetto della prova scritta, sulle seguenti materie:

  • elementi in materia di rapporto di lavoro pubblico, con particolare riferimento al D.lgs. n. 165/2001, al D.P.R. 62/2013 (codice comportamento) e al C.C.N.L. Comparto Funzioni Locali 2019-2021;
  • elementi in materia di data protection e sicurezza informatica, anche in relazione al GDPR n. 679/2016;
  • utilizzo del personal computer e dei software applicativi più diffusi;
  • conoscenza della lingua inglese.Per i candidati non italiani sarà valutata l’adeguatezza della conoscenza della lingua italiana.La prova orale si intende superata se i candidati ottengono una votazione non inferiore a 18/30.

DOMANDA

La domanda di partecipazione alla selezione deve essere presentata con le modalità telematiche sotto indicate, entro e non oltre il ore 12 del 23 giugno 2023.

Costituisce motivo di esclusione l’inoltro della domanda con credenziali non appartenenti al soggetto che presenta la domanda di partecipazione alla selezione.

Non saranno ammesse, in quanto irricevibili, le candidature presentate con modalità diverse da quelle indicate.

Non è consentito inoltrare più di una domanda, in caso diverso l’Amministrazione prenderà in considerazione solo l’ultima pervenuta.

La domanda di partecipazione è redatta e presentata in forma esclusivamente digitale, tramite il portale della Regione Toscana, raggiungibile dal sito istituzionale dell’Ente seguendo il percorso:

“Amministrazione trasparente” – “Bandi di concorso” – “Bandi di concorso e avvisi sul personale” – “Concorsi per tempo indeterminato” all’indirizzo: https://www.regione.toscana.it/-/bandi-di-concorso-e-avvisi

I candidati devono utilizzare per l’accesso una delle seguenti modalità: la propria Tessera Sanitaria6 – Carta Nazionale dei Servizi (CNS)7, Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID)8 o Carta di Identità Elettronica (CIE)9.

DIARIO DELLE PROVE

Il dettaglio del diario delle prove d’esame, compresa l’eventuale prova preselettiva – orario, luogo, modalità di svolgimento, norme tecniche per la partecipazione alle prove o l’eventuale rinvio – è portato a conoscenza dei candidati mediante specifico avviso pubblicato sul sito della Regione Toscana.

Percorso: “Amministrazione trasparente” – “Bandi di concorso” – “Bandi di concorso e avvisi sul personale” – “Concorsi per tempo indeterminato” all’indirizzo: https://www.regione.toscana.it/-/bandi-di-concorso-e-avvisi a partire dal giorno 25 luglio 2023.


VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE REGIONE TOSCANA 31 AMMINISTRATIVI


ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO GENOVA E TOSCANA ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO GENOVA E TOSCANAISTRUTTORE AMMINISTRATIVO GENOVA E TOSCANA

CONCORSO 56 FUNZIONARI EMILIA ROMAGNA


CONCORSO 56 FUNZIONARI EMILIA ROMAGNA

56 POSTI DELL’AREA “FUNZIONARI” – PROFILO PROFESSIONALE “SPECIALISTA GIURIDICO AMMINISTRATIVO”

SCADENZA:  13/07/2023 ore 13:00

VAI ALLA PAGINA DEL CORSO DI PREPARAZIONE CONCORSO 56 FUNZIONARI EMILIA ROMAGNA


TITOLI RICHIESTI

Diploma di Laurea di Primo Livello (triennale), a Ciclo Unico oppure una Laurea di Vecchio Ordinamento.

MATERIE E PROVE 

Prova scritta

La prova scritta potrà prevedere lo svolgimento di una delle seguenti prove oppure una combinazione delle stesse:

prova scritta con contenuto teorico, predisposta anche in forma di domande a riposta sintetica aperta, combinata, eventualmente, a quesiti a risposta chiusa; prova pratico-attitudinale; riguardo a:

  • Diritto costituzionale con particolare riferimento ai principi fondamentali e all’assetto delle competenze secondo il Titolo V, Parte II, della Costituzione;
  • Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea (Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea 2012/C 326/02);
  • Lo Statuto della Regione Emilia-Romagna, gli organi di governo della Regione Emilia- Romagna;
  •  Il Regolamento interno dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna;
  • L’assetto delle competenze e delle funzioni in Regione Emilia-Romagna e seguito del riordino istituzionale disposto dalla L. 56/2014 e dalla L.R. 13/2015;
  • L’ordinamento degli enti locali (D. Lgs. 267/2000) con particolare riferimento alla Parte prima, Titolo II (Soggetti), Titolo III, capo I (Organi di governo del comune e della Provincia);
  • Diritto amministrativo, con particolare riferimento alla disciplina del procedimento amministrativo e agli atti amministrativi (L.241/1990);
  •  Il Codice dell’Amministrazione Digitale (D.Lgs. 82/2005), con particolare riferimento alle disposizioni del Capo I e Capo III;
  • Nozioni sulla tutela dei dati personali e il Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR);
  • Trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione (L. 190/2012, D. Lgs. 39/2013, D. Lgs. 33/2013);
  • L’ordinamento e l’organizzazione del lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni e la disciplina del rapporto di pubblico impiego regionale con particolare riguardo a:
  • Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche – D. Lgs. 165/2001;
  • Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia- Romagna – L.R. 43/2001;
  • Ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni – D. Lgs. 150/2009;
  •  il Codice di comportamento dei dipendenti pubblici (DPR 62/2013);
  •  il CCNL Funzioni Locali 2019/2021;
  •   il regime delle responsabilità dei pubblici dipendenti;
  • elementi di diritto penale con riferimento ai reati dei pubblici ufficiali contro la PA (Capo I, Titolo II, Libro II, Codice penale);
  • L’attività contrattuale nelle Amministrazioni pubbliche (D. Lgs. 36/2023);
  • Elementi di diritto civile in materia di obbligazioni e contratti (Libro IV, Codice civile);
  • Nozioni in materia di contabilità pubblica;
  • Nozioni in materia di controllo analogo delle società a partecipazione pubblica;
  • Elementi di diritto europeo, con particolare riferimento agli aspetti istituzionali e alla disciplina dei fondi di cui al Regolamento (UE) 2021/1060 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 giugno 2021.

Prova orale

La prova orale prevede l’approfondimento delle conoscenze sulle materie oggetto della prova scritta nonché la verifica dell’effettiva capacità di risolvere problemi, elaborare soluzioni nell’ambito delle proprie competenze lavorative ed inserirsi proficuamente nell’organizzazione regionale.

Nell’ambito della prova orale verrà altresì verificata la conoscenza del Codice di Comportamento della Regione Emilia-Romagna approvato con delibera della Giunta Regionale n. 905/2018.

TITOLI VALUTABILI

Saranno oggetto di valutazione i seguenti titoli:

– Laurea Vecchio Ordinamento/Specialistica/CU/Magistrale attinente alle materie del concorso (1 punto qualora il titolo sia attinente alle materie del bando ed anche se dichiarato ai fini del requisito di partecipazione alla procedura);

– Master universitari di I e/o II livello, attinenti alle materie del concorso e conseguiti non oltre 10 anni prima alla data di scadenza del presente bando (1 punto per ogni master di primo livello, 2 punti per ogni master di secondo livello);

– Altri titoli non valutati nei punti precedenti e comunque attinenti alle materie del concorso (max 2 punti).

Il totale dei punti assegnati ai titoli non può superare i 5 punti.

DOMANDA

La domanda di partecipazione alla selezione deve essere presentata con modalità telematiche, come sottoindicate, entro le ore 13:00 del 13 luglio 2023.

Dopo tale termine non sarà possibile procedere alla compilazione e all’invio della domanda.

I candidati dovranno compilare la domanda tramite il portale e-Recruiting della Regione Emilia-Romagna raggiungibile dal sito istituzionale dell’Ente www.regione.emilia-romagna.it, seguendo il percorso: “Leggi Atti Bandi”, “Bandi e Concorsi – Opportunità di lavoro in Regione/Concorsi” – sezione “Procedure selettive pubbliche” – http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/e-recruiting/ – al link relativo alla presente procedura e secondo le istruzioni ivi riportate nell’apposita “Guida alla compilazione della domanda”.

L’accesso al modulo di domanda on-line avviene attraverso il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID – https://www.spid.gov.it/) oppure con Carta di Identità Elettronica (CIE) o con Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Si raccomanda di richiedere le relative credenziali con adeguato anticipo rispetto ai termini previsti per la presentazione della candidatura, al fine di minimizzare il rischio di non riuscire a ottenere le suddette credenziali in tempo utile.

Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di una casella di posta elettronica ordinaria e di una casella di posta elettronica certificata (PEC). Entrambe le caselle dovranno rimanere attive, ai fini di ogni eventuale comunicazione anche relativa all’assunzione, per due anni dalla data di adozione dell’atto di approvazione della graduatoria.



LINK UTILI

BANDO CONCORSO 56 FUNZIONARI EMILIA ROMAGNA

PAGINA SITO CONCORSO 56 FUNZIONARI EMILIA ROMAGNA

PAGINA DOMANDA PARTECIPAZIONE CONCORSO 56 FUNZIONARI EMILIA ROMAGNA

VAI ALLA PAGINA DEL CORSO DI PREPARAZIONE CONCORSO 56 FUNZIONARI EMILIA ROMAGNA

Concorso Vigili Roma


Concorso Vigili Roma

Concorso Vigili Roma: Pubblicato il bando del concorso pubblico, per esami, per il conferimento a tempo pieno e indeterminato di 800 posti nel profilo professionale di Istruttore di Polizia Locale.


NOTA: E’ in preparazione un corso in aula/telepresenza per le prove preselettive che avrà ad oggetto la banca dati pubblicata. Invia una mail ad info@lateneo.it per essere informato. 

  • Se cerchi una preparazione per le sole prove logico-attitudinali, clicca qui
  • Se cerchi un corso completo con tutte le materie della prova scritta e le prove logico/attidudinali, clicca qui

Scadenza

29 maggio


Titoli richiesti (concorso vigili urbani Roma requisiti)

  • Diploma di istruzione secondaria di II grado conseguito presso un istituto statale, paritario o legalmente riconosciuto.
  • Possesso dell’idoneità psico-fisica allo svolgimento delle mansioni  con riferimento ai requisiti di cui al D.M. 28.04.1998 per il porto d’armi;
  • Di essere in regola nei riguardi degli obblighi di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre 1985.
  • Per coloro che sono stati ammessi al servizio civile come obiettori: di essere stati collocati in congedo da almeno 5 anni e di aver rinunciato definitivamente allo status di obiettori di coscienza;
  • Possesso della patente di guida non inferiore alla categoria B, in corso di validità

Leggi sul bando tutti gli altri requisiti richiesti


Materie e prove 

Prova preselettiva

Il test preselettivo avrà ad oggetto la verifica delle abilità logico-matematiche, numeriche e di ragionamento e/ola conoscenza delle materie previste per la prova scritta.

Fermo restando il requisito dell’idoneità psico-fisica di cui all’art. 2, lettera g) del bando, ai sono esentati dalla prova preselettiva i candidati con percentuale di invalidità pari o superiore all’80%.

L’inizio delle prove preselettive è previsto nella seconda metà di giugno e sarà preceduto dalla pubblicazione di una banca dati dei quesiti, almeno quindici giorni prima dello svolgimento della prova.
I primi 6.400 candidati e i relativi ex-aequo saranno ammessi alla prova scritta.

E’ prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti con almeno 15 giorni di anticipo rispetto alla data d’inizio dello svolgimento della prova preselettiva

VAI AL CORSO PER LE ATTITUDINALI

Prove scritte

La prova scritta, che avrà una durata di 60 minuti, consisterà nella somministrazione di n. 40 domande con risposta chiusa su scelta multipla, in relazione alle materie previste dal bando. Il punteggio massimo attribuibile sarà di 30 punti.

La prova scritta si intenderà superata con una votazione minima di 21/30 (ventuno/trentesimi) e verterà sulle seguenti materie:

  • elementi di diritto costituzionale e amministrativo, con particolare riguardo all’ordinamento degli Enti Locali;
  • elementi sui procedimenti sanzionatori amministrativi e penali;
  • compiti della Polizia Locale in relazione all’applicazione del codice della strada e dei Regolamenti capitolini in materia di Polizia urbana e igiene;
  • elementi di diritto penale e procedura penale, con particolare riferimento ai delitti contro la P.A. e alle contravvenzioni;
  • Legge 7 marzo 1986 n. 65 – Legge quadro sull’ordinamento della Polizia Municipale e Legge Regionale del Lazio del 13 gennaio 2005 n. 1;
  • elementi di diritto della circolazione stradale;
  • nozioni di legislazione commerciale e annonaria, urbanistico-edilizia, sanitaria e di pubblica sicurezza;
  • norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, doveri, diritti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari.

Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti relativi alla prova scritta prima dello svolgimento dell’attività stessa.

Risposta esatta: +0,75 punti;  Mancata risposta: 0 punti; Risposta errata: -0,25 punti.

Prova di efficienza fisica

I candidati risultati idonei alla prova scritta, prima dell’espletamento della prova orale prevista dal presente articolo, saranno sottoposti ad una prova di efficienza fisica.

La suddetta prova consisterà nelle seguenti attività da eseguirsi in sequenza:

per i candidati di sesso maschile

a) corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 4 minuti;

b) salto in alto di una altezza di 100 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi; c) 10 piegamenti sulle braccia al suolo continuativi entro 2 minuti.

per le candidate di sesso femminile

a) corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 5 minuti;

b) salto in alto di una altezza di 85 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi; c) 7 piegamenti sulle braccia al suolo continuativi entro 2 minuti.

VAI AL CORSO COMPLETO CONCORSO VIGILI ROMA (PRESELETTIVE E SCRITTE)

Prova orale

La prova orale consisterà in un colloquio interdisciplinare

  • sulle materie oggetto della prova scritta
  • sullo Statuto e Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi di Roma Capitale.

Nell’ambito della medesima prova orale si procederà all’accertamento della conoscenza della lingua inglese e della conoscenza delle tecnologie informatiche più diffuse.

Alla prova orale sarà assegnato un punteggio massimo di 30 (trenta) punti . La stessa si intenderà superata se sarà stato raggiunto il punteggio minimo di 21/30 (ventuno/trentesimi).

L’assenza nella sede di svolgimento della prova nella data e nell’ora stabilita comporterà l’esclusione dal concorso.


Domanda

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica. La compilazione del format di candidatura sul Portale “inPA”, disponibile all’indirizzo internet “https://www.inpa.gov.it/ ”.

Sarà necessario autenticarsi con SPID/CIE/CNE/eIDAS, previa registrazione sullo stesso Portale.


LINK UTILI

SCARICA QUI IL MANUALE DEI CORSI ONLINE

Vai al corso online Concorso Vigili Roma completo di tutte le materie

concorso comune roma vigili


Concorso Vigili Roma

Concorso Vigili Roma

Concorso 60 funzionari Roma


Concorso 60 funzionari Roma

Concorso pubblico, per esami, per il conferimento a tempo pieno e indeterminato di n. 60 Funzionari  economico finanziari comune di Roma

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE

NOTA BENE: NEL CORSO NON TROVI LA SEZIONE RIGUARDANTE LE PROVE LOGICO ATTITUDINALI, SE NE HAI BISOGNO, UNA VOLTA EFFETTUATA L’ISCRIZIONE PUOI RICHIEDERLA: E’ GRATUITA PER GLI ISCRITTI

SCADENZA

29 Maggio

TITOLI RICHIESTI

  • Laurea Magistrale ex D.M. 270/2004 nelle seguenti classi: LM-16 Finanza;
  • LM-31 Ingegneria Gestionale;
  • LM-56 Scienze dell’Economia;
  • LM-63 Scienze delle Pubbliche Amministrazioni; LM-77 Scienze Economico-Aziendali;
  • LM-82 Scienze Statistiche;
  • LM-83 Scienze Statistiche Attuariali e Finanziarie;

oppure:

• Lauree di cui al D.M. 270/04 appartenenti ad una delle seguenti Classi: L-16 Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione;

  • L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale;
  • L-33 Scienze economiche;
  • L-41 Statistica; o:
  • Lauree Triennali di cui al D.M. 509/99 ad esse equiparate unicamente così come previsto dalla Tabella allegata al Decreto Interministeriale 09.07.2009;
  • Diplomi Universitari istituiti ai sensi della L. n. 341/1990 della medesima durata ad esse equiparate unicamente così come previsto dalla Tabella allegata al Decreto Interministeriale 11.11.11.

E’ prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti con almeno 15 giorni di anticipo rispetto alla data d’inizio dello svolgimento della prova preselettiva.

MATERIE E PROVE

Prova preselettiva

Nel caso in cui le domande di partecipazione dovessero risultare in numero superiore a 10 volte il numero dei posti messi a concorso, si procederà all’espletamento di una prova preselettiva, che si svolgerà mediante l’utilizzo di strumenti informatici e digitali, consistente in un test, da risolvere in 60 (sessanta) minuti, composto da n. 40 (quaranta) quesiti a risposta chiusa su scelta multipla che potranno essere predisposti da società esterne specializzate.

Il test preselettivo avrà ad oggetto la verifica delle abilità logico-matematiche, numeriche e di ragionamento e/o la conoscenza delle materie previste per la prova scritta.

Prova scritta

La prova scritta, che avrà una durata di 4 ore, sarà volta ad accertare il possesso delle competenze proprie della professionalità ricercata e consisterà nella somministrazione di n. 3 quesiti a risposta chiusa su scelta multipla da corredare con adeguato commento, sulle materie previste dal presente bando.

Il punteggio massimo attribuibile sarà di 30 (trenta) punti.

La prova scritta si intenderà superata con una votazione minima di 21/30 (ventuno/trentesimi) e verterà sulle seguenti materie:

  • Diritto amministrativo, con particolare riferimento alle norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi (L.241/1990 e ss.mm.ii);
  • Nozioni di diritto civile: contratti, obbligazioni, diritti reali;
  • Ordinamento degli enti locali (D.Lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii.);
  • Ordinamento finanziario e contabile degli enti locali (D.Lgs. 267/2000 e 118/2011 e ss.mm.ii.), principi contabili generali ed applicati;
  • Testo unico sulle società partecipate dalle amministrazioni pubbliche (D.Lgs. 175/2016);
  • Diritto tributario con particolare riguardo al sistema tributario degli Enti Locali, verifiche, recuperi, sgravi, rimborsi;
  • Adempimenti fiscali e previdenziali degli Enti Locali;
  • Ordinamento del lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione, con particolare riferimento ai diritti e doveri e alle responsabilità dei pubblici dipendenti (D.Lgs. 165/2001 e ss.mm.ii. e CCNL Comparto Funzioni Locali);
  • Normativa in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. 445/2000); Nozioni in materia di appalti: codice degli Appalti;
  • Nozioni sulla trasparenza, (D.Lgs. 33/2013), anticorruzione (L.190/2012 e ss.mm.ii.);
  • Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio (D.Lgs. 118/2011) degli enti locali e dei loro organismi;
  • Disciplina del nuovo saldo di finanza pubblica e pareggio di Bilancio;
  • Il Sistema dei controlli interni nell’Ente Locale;
  • Trattamento giuridico/economico del personale del comparto Funzioni Locali;
  • Elementi in materia di trattamento dei dati personali e tutela della riservatezza (D.Lgs. n.
  • 196/2003 e Regolamento generale sulla protezione dei dati GDPR – Regolamento UE n. 679/2016);
  • Forme di Finanziamento e di realizzazione degli investimenti.
  • Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti relativi alla prova scritta prima dello svolgimento della stessa.

Prova orale

La prova orale consisterà in un colloquio interdisciplinare sulle materie oggetto della prova scritta e sullo Statuto, Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi e Regolamento di Contabilità di Roma Capitale. Nell’ambito della medesima prova orale si procederà all’accertamento della conoscenza della lingua inglese e della conoscenza delle tecnologie informatiche più diffuse.

Alla prova orale sarà assegnato un punteggio massimo di 30 (trenta) punti e la stessa si intenderà superata se sarà stato raggiunto il punteggio minimo di 21/30 (ventuno/trentesimi).

L’assenza nella sede di svolgimento della prova nella data e nell’ora stabilita comporterà l’esclusione dal concorso.

DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS, mediante la compilazione del format di candidatura sul Portale “inPA”, disponibile all’indirizzo internet “https://www.inpa.gov.it/”, previa registrazione sullo stesso Portale.

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE

NOTA BENE: NEL CORSO NON TROVI LA SEZIONE RIGUARDANTE LE PROVE LOGICO ATTITUDINALI, SE NE HAI BISOGNO, UNA VOLTA EFFETTUATA L’ISCRIZIONE PUOI RICHIEDERLA: E’ GRATUITA PER GLI ISCRITTI


LINK UTILI

SCARICA QUI IL MANUALE DEI CORSI ONLINE

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE

Vuoi sapere chi siamo? Clicca qui

concorsi roma 60 funzionari comune di roma 60 funzionari

Concorso 60 funzionari Roma – fine pagina

Concorso 60 funzionari Roma

Concorso 60 funzionari Roma