1248 FUNZIONARI MINISTERO INTERNO


1248 FUNZIONARI MINISTERO INTERNO

Concorso pubblico su base territoriale, per titoli ed esami, per il reclutamento di un contingente complessivo di n. 1.248(milleduecentoquarantotto) unità di personale non dirigenziale, a tempo pieno e indeterminato, da inquadrare nei ruoli dell’Amministrazione civile del Ministero dell’interno, nell’Area dei funzionari. secondo la seguente ripartizione:

  • 350 unità con il profilo di funzionario amministrativo;
  • 514 unità con il profilo di funzionario economico-finanziario;
  • 49 unità con il profilo di funzionario statistico;
  • 182 unità con il profilo di funzionario informatico;
  • 3 unità con il profilo di funzionario tecnico;
  • 150 unità con il profilo di funzionario linguistico.

350 UNITÀ CON IL PROFILO DI FUNZIONARIO AMMINISTRATIVO

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE

TITOLI RICHIESTI

  • Laurea Magistrale (LM): LMG/01 Giurisprudenza; LM-16 Finanza; LM-19 Informazione e
  • sistemi editoriali; LM-52 Relazioni internazionali; LM-56 Scienze dell’economia; LM-59 Scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità; LM-62 Scienze della politica;
  • LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-76 Scienze economiche per l’ambiente e
  • la cultura; LM-77 Scienze economico-aziendali; LM-81 Scienze per la cooperazione allo
  • sviluppo; LM-82 Scienze statistiche; LM-83 Scienze statistiche attuariali e finanziarie; LM-85
  • Scienze pedagogiche; LM-87 Servizio sociale e politiche sociali; LM-88 Sociologia e ricerca
  • sociale; LM-90 Studi europei; LM-91 Tecniche e metodi per la società dell’informazione; LM-
  • 92 Teorie della comunicazione; LM-93 Teorie e metodologie dell’e-learning e della media
  • education o titoli equiparati secondo la normativa vigente.

MATERIE

  • diritto costituzionale, sistema delle fonti e delle istituzioni dell’Unione europea,
  • diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo, al provvedimento amministrativo, al diritto di accesso, al principio di trasparenza e al codice dei contratti pubblici);
  • diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni e ai contratti;
  • diritto penale, limitatamente ai reati contro la pubblica amministrazione;
  • organizzazione e gestione delle pubbliche amministrazioni;
  •  norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, ai doveri e diritti dei pubblici dipendenti, al codice di comportamento e alle sanzioni disciplinari;
  •  legislazione speciale amministrativa riferita alle attività istituzionali e all’ordinamento del Ministero dell’interno

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE


514 UNITÀ CON IL PROFILO DI FUNZIONARIO ECONOMICO-FINANZIARIO

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE

TITOLI RICHIESTI

  • Laurea Magistrale (LM): LMG/01 Giurisprudenza; LM-16 Finanza; LM-19 Informazione e
  • sistemi editoriali; LM-52 Relazioni internazionali; LM-56 Scienze dell’economia; LM-59
  • Scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità; LM-62 Scienze della politica;
  • LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-76 Scienze economiche per l’ambiente e
  • la cultura; LM-77 Scienze economico-aziendali; LM-81 Scienze per la cooperazione allo
  • sviluppo; LM-82 Scienze statistiche; LM-83 Scienze statistiche attuariali e finanziarie; LM-88
  • Sociologia e ricerca sociale; LM-90 Studi europei o titoli equiparati secondo la normativa
  • vigente. Laurea (L): L-14 Scienze dei servizi giuridici; L-16 Scienze dell’amministrazione e
  • dell’organizzazione; L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-20 Scienze della
  • comunicazione; L-33 Scienze economiche; L-36 Scienze politiche e delle relazioni
  • internazionali; L-37 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace; L-40 Sociologia;
  • L-41 Statistica o titoli equiparati secondo la normativa vigente

MATERIE

  • diritto costituzionale, sistema delle fonti e delle istituzioni dell’Unione europea,
  • diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo, al provvedimento amministrativo, al diritto di accesso, al principio di trasparenza e al codice dei contratti pubblici);
  • diritto penale, limitatamente ai reati contro la pubblica amministrazione;
  • economia politica, economia pubblica e contabilità di Stato;
  • organizzazione e gestione delle pubbliche amministrazioni;
  • norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, ai doveri e diritti dei pubblici dipendenti, al codice di comportamento e alle sanzioni disciplinari;
  • legislazione speciale amministrativa riferita alle attività istituzionali e all’ordinamento del Ministero dell’interno.

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE


49 UNITÀ CON IL PROFILO DI FUNZIONARIO STATISTICO 

TITOLI RICHIESTI

Laurea Magistrale (LM): LM-16 Finanza; LM-56 Scienze dell’economia; LM-82 Scienze statistiche; LM-83 Scienze statistiche attuariali e finanziarie o titoli equiparati secondo la normativa vigente. Laurea (L): L-41 Statistica o titoli equiparati secondo la normativa vigente

MATERIE

  • statistica e metodi statistici per l’analisi dei dati;
  • matematica e scienze matematiche applicate;
  • elementi di diritto costituzionale, sistema delle fonti e delle istituzioni dell’Unione europea,
  • elementi di diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo e al provvedimento amministrativo);
  • elementi di diritto penale, limitatamente ai reati contro la pubblica amministrazione;
  • norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, ai doveri e diritti dei pubblici dipendenti, al codice di comportamento e alle sanzioni disciplinari;
  • legislazione speciale amministrativa riferita alle attività istituzionali e all’ordinamento del Ministero dell’interno.

 182 UNITÀ CON IL PROFILO DI FUNZIONARIO INFORMATICO

TITOLI RICHIESTI

  • Laurea Magistrale (LM): LM-17 Fisica; LM-18 Informatica; LM-22 Ingegneria chimica;
  • LM-23 Ingegneria civile; LM-24 Ingegneria dei sistemi edilizi; LM-25 Ingegneria
  • dell’automazione; LM-26 Ingegneria della sicurezza; LM-27 Ingegneria delle
  • telecomunicazioni; LM-28 Ingegneria elettrica; LM-29 Ingegneria elettronica; LM-30
  • Ingegneria energetica e nucleare; LM-31 Ingegneria gestionale; LM-32 Ingegneria informatica;
  • LM-35 Ingegneria per l’ambiente e il territorio; LM-40 Matematica; LM-44 Modellistica
  • matematico – fisica per l’ingegneria; LM-66 Sicurezza informatica; LM-91 Tecniche e metodi
  • per la società dell’informazione o titoli equiparati secondo la normativa vigente. Laurea (L): L-7 Ingegneria civile e ambientale; L-8 Ingegneria dell’informazione; L-31
  • Scienze e tecnologie informatiche; L-35 Scienze matematiche o titoli equiparati secondo la normativa vigente.

MATERIE

  • informatica;
  • metodologie e strumenti di project management;
  • elementi di diritto costituzionale, sistema delle fonti e delle istituzioni dell’Unione europea,
  • elementi di diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo, al provvedimento amministrativo, al diritto di accesso, al principio di trasparenza, al codice dell’amministrazione digitale);
  • elementi di diritto penale, limitatamente ai reati contro la pubblica amministrazione;
  • norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, ai doveri e diritti dei pubblici dipendenti, al codice di comportamento e alle sanzioni disciplinari;
  • Legislazione speciale amministrativa riferita alle attività istituzionali e all’ordinamento del Ministero dell’interno.

3 UNITÀ CON IL PROFILO DI FUNZIONARIO TECNICO 

TITOLI RICHIESTI

  • Laurea Magistrale (LM): LM-3 Architettura del paesaggio; LM-4 Architettura e ingegneriaedile-architettura; LM-10 Conservazione dei beni architettonici e ambientali; LM-22Ingegneria chimica; LM-23 Ingegneria civile; LM-24 Ingegneria dei sistemi edilizi; LM-26Ingegneria della sicurezza; LM-27 Ingegneria delle telecomunicazioni; LM-28 Ingegneriaelettrica; LM-30 Ingegneria energetica e nucleare; LM-35 Ingegneria per l’ambiente e il territorio; LM-48 Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale o titoli equiparati secondola normativa vigente.
  • Laurea (L): L-7 Ingegneria civile e ambientale; L-17 Scienza dell’architettura; L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale; L-23 Scienze e tecniche dell’edilizia o titoli equiparati secondo la normativa vigente.

MATERIE

  • elementi di scienza e tecnica delle costruzioni;
  • impianti tecnici negli edifici;
  • elementi di tecnologia dei materiali;
  • elementi di diritto costituzionale e sistema delle fonti e delle istituzioni dell’unione europea,
  • elementi di diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo, al provvedimento amministrativo, al diritto di accesso, al principio di trasparenza, al codice dei contratti pubblici);
  • elementi di diritto penale, limitatamente ai reati contro la pubblica amministrazione;
  • normativa sulla salute e sicurezza sul lavoro;
  • legislazione in materia di lavori pubblici, edilizia e urbanistica;
  • norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità,ai doveri e diritti dei pubblici dipendenti, al codice di comportamento e alle sanzioni disciplinari;
  • legislazione speciale amministrativa riferita alle attività istituzionali e all’ordinamento del  Ministero dell’interno.

150 UNITÀ CON IL PROFILO DI FUNZIONARIO LINGUISTICO 

TITOLI RICHIESTI

  • n. 49 unità di funzionario linguistico con conoscenza della lingua francese e della lingua araba (Codice F.1) da destinare alle sedi indicate nell’Allegato F.1 del presente bando. n. 1 unità (Codice F.2) da destinare alla sede di Aosta come indicato nell’Allegato F.2 del presente bando.
  •  n. 49 unità di funzionario linguistico con conoscenza della lingua inglese e della lingua francese (Codice F.3), da destinare alle sedi indicate nell’Allegato F.3 del presente bando.
  •  n. 20 unità di funzionario linguistico con conoscenza della lingua inglese e della lingua araba (Codice F.4), da destinare alle sedi indicate nell’Allegato F.4 del presente bando.
  •  n. 10 unità di funzionario linguistico con conoscenza della lingua inglese e della lingua cinese (Codice F.5), da destinare alle sedi indicate nell’Allegato F.5 del presente bando.
  •  n. 7 unità di funzionario linguistico con conoscenza della lingua inglese e della lingua spagnola (Codice F.6), da destinare alle sedi indicate nell’Allegato F.6 del presente bando.
  • n. 5 unità di funzionario linguistico con conoscenza della lingua inglese e della lingua tedesca (Codice F.7), da destinare alle sedi indicate nell’Allegato F.7 del presente bando.
  •  n. 5 unità di funzionario linguistico con conoscenza della lingua inglese e della lingua russa (Codice F.8), da destinare alle sedi indicate nell’Allegato F.8 del presente bando.
  •  n. 4 unità di funzionario linguistico con conoscenza della lingua inglese e della lingua slovena (Codice F.9), da destinare alle sedi indicate nell’Allegato F.9 del presente bando.

MATERIE

  • a seconda dei diversi codici di concorso di cui all’articolo 1 comma 1 previsti per il presente profilo, lingua inglese (o francese per la sola combinazione francese/arabo) con livello di conoscenza corrispondente al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue e altra lingua straniera tra: francese, spagnolo, tedesco, arabo, sloveno, cinese, russo, di livello di conoscenza corrispondente al livello C2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (n. 15 quesiti);
  • elementi di diritto costituzionale e sistema delle fonti e delle istituzioni dell’Unione europea,
  • elementi di diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo e al provvedimento amministrativo) (n. 2 quesiti);
  • elementi di diritto penale, limitatamente ai reati contro la pubblica amministrazione (n. 2 quesiti);
  •  elementi di diritto dell’immigrazione (n. 2 quesiti);norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità,ai doveri e diritti dei pubblici dipendenti, al codice di comportamento e alle sanzionidisciplinari (n. 2 quesiti);
  • legislazione speciale amministrativa riferita alle attività istituzionali e all’ordinamento del Ministero dell’interno (n. 2 quesiti).

MATERIE COMUNI PER TUTTI I PROFILI

  • n. 8 (otto) quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale.

A ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio:

  • risposta esatta: +0,75 punti;
  • mancata risposta: 0 punti;
  • risposta errata: -0,25 punti.

  •  n. 7 (sette) quesiti situazionali, relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo.

I quesiti descriveranno situazioni concrete di lavoro, rispetto alle quali si intende valutare la capacità di giudizio dei candidati, chiedendo loro di decidere, tra alternative predefinite di possibili corsi d’azione, quale ritengano più adeguata. Per il profilo di funzionario linguistico i quesiti situazionali verranno somministrati nelle due lingue afferenti al codice di concorso indicato dal candidato nella domanda di partecipazione.

A ciascuna risposta è attribuito in funzione del livello di efficacia il seguente punteggio:

  •  risposta più efficace: +0,75 punti;
  • risposta neutra: +0,375 punti;
  •  risposta meno efficace: 0 punti.

PROVA ORALE

 La prova orale, distinta per profilo professionale di cui al precedente articolo 1, comma 1, consiste in un colloquio interdisciplinare volto ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati nelle materie della prova scritta di cui all’articolo 6 del presente bando.

In sede di prova orale si procede altresì all’accertamento:

della conoscenza della lingua inglese attraverso una conversazione che accerti il livello di competenze linguistiche almeno B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

Limitatamente ai profili di funzionario linguistico per i quali una delle due lingue straniere sia la lingua inglese (Codici F.3, F.4, F.5, F.6, F.7, F.8, F.9), il livello di competenza linguistica richiesto al candidato per la lingua inglese è pari al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue, mentre per l’altra lingua straniera selezionata tra francese, spagnolo, tedesco, arabo, sloveno, cinese, russo, è richiesto un livello di conoscenza corrispondente al livello C2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

Per il profilo di funzionario linguistico con conoscenza della lingua francese e della lingua araba(Codici F.1 e F.2) il livello di competenza linguistica richiesto al candidato per la lingua francese è pari al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue, mentre per la lingua araba è richiesto un livello di conoscenza corrispondente al livello C2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

della conoscenza e dell’uso delle tecnologie informatiche e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché delle competenze digitali.


DOMANDA

la domanda può essere presentata per uno solo dei codici di concorso e per un solo ambito territoriale. Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS e compilando il format di candidatura sul Portale “inPA”, disponibile all’indirizzo internet

 “https://www.inpa.gov.it/ previa registrazione

sullo stesso Portale. All’atto della registrazione l’interessato dovrà compilare il proprio curriculum vitae con valore di dichiarazione sostitutiva di certificazione



1248 FUNZIONARI MINISTERO INTERNO – fine pagina

PADOVA 18 ISTRUTTORI AMMINISTRATIVO CONTABILI


PADOVA 18 ISTRUTTORI AMMINISTRATIVO CONTABILI

COMUNE DI PADOVA CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI  PER L’ASSUNZIONE 18 UNITA’ NEL PROFILO DI ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO-CONTABILE 

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE

 

SCADENZA

21 GIUGNO 2024,

TITOLI RICHIESTI

Diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consente l’accesso all’Università (maturità quinquennale).

PROVE

PRESELEZIONE

L’Amministrazione si riserva di procedere, prima delle prove d’esame, alla preselezione qualora il numero delle persone candidate, escluse coloro che ne sono esonerate, superasse le 400 unità. L’eventuale preselezione, che non è prova d’esame, consisterà nella somministrazione di un test a risposta multipla, sulle materie oggetto delle prove d’esame

il giorno 25 LUGLIO 2024: la comunicazione sull’eventuale svolgimento della preselezione o meno, le modalità di svolgimento della stessa (in presenza o con modalità telematiche da remoto); l’elenco delle persone tenute a sostenerla (con riferimento al Codice ID assegnato alla domanda di partecipazione), il calendario e, in caso di prova in presenza, la relativa sede

Sono esonerate/i dalla prova preselettiva:

a) coloro che abbiano titolo al beneficio di cui all’art. 20, comma 2 bis, della legge 104/1992, con percentuale di invalidità pari o superiore all’80%, che avranno dichiarato nella candidatura di averne diritto e volersene avvalere fornendo la necessaria documentazione;

b) il personale interno a tempo indeterminato già dipendente dell’Ente ai sensi dell’art. 32, comma 7, del “Regolamento sulle modalità di reclutamento del personale”;

c) coloro che abbiano maturato, alla data di scadenza del presente bando almeno un anno di servizio a tempo determinato o con contratto di somministrazione di manodopera, negli ultimi 5 anni alla data di scadenza del bando presso il Comune di Padova, nel medesimo profilo professionale per cui si svolge il concorso.

La condizione di esonero deve essere espressamente dichiarata nella domanda.


PROVA SCRITTA

La prova scritta, a contenuto teorico-pratico, sarà volta ad accertare il possesso delle competenze afferenti al profilo professionale oggetto di concorso e consisterà nella somministrazione di quesiti a risposta multipla ovvero nella risoluzione di quesiti a risposta sintetica aperta;


PROVA ORALE

La  prova orale, alla quale accederanno coloro che avranno riportato nella prova scritta una votazione non inferiore a 21/30; la prova orale si intende superata con il conseguimento di un punteggio non inferiore a 21/30.

Nell’ambito dei 30 punti attribuiti nella prova orale:

  •  24 punti sono attribuiti alla valutazione delle competenze tecniche e professionali;
  • 6 punti sono attribuiti alla valutazione delle competenze trasversali e relazionali (così dette soft skills) oggetto di prove psico-attitudinali che si svolgeranno alla presenza di una Psicologa o Psicologo esperta/o in valutazione delle competenze e selezione del personale, che sarà nominata/o quale membro aggregato aggiunto alla Commissione esaminatrice.

MATERIE

  • Ordinamento degli Enti locali: D.Lgs. n. 267/2000 Autonomia del Comune, Statuto e regolamenti, Partecipazione popolare, diritto di accesso e di informazione, funzioni del Comune anche nei servizi di competenza statale; Organi di governo: Consiglio, Giunta e loro competenze, il Sindaco e le sue competenze anche nelle funzioni di competenza statale, il ruolo e le funzioni del Segretario comunale e del Direttore generale, funzioni e responsabilità dei dirigenti, pareri dei responsabili dei servizi, pubblicazione delle deliberazioni;
  • Programmazione e bilanci, Competenze in materia di bilanci, Piano integrato di attività e organizzazione (PIAO – art. 6 D.L. 80/2021), fasi dell’entrata e della spesa, risultato di amministrazione e residui, assunzione di impegni di spesa, determinazione a contrarre e relative procedure, rendiconto della gestione, controlli interni ed esterni sulla gestione, compreso il controllo di gestione, agenti contabili (compreso il tesoriere) e verifiche di cassa;
  • Pubblico impiego: D.Lgs. n. 165/2001 principi generali, organizzazione – con esclusione della dirigenza –, rapporto di lavoro, e C.C.N.L. comparto Funzioni locali del 16/11/2022 costituzione ed estinzione del rapporto di lavoro, tipologie flessibili del rapporto lavorativo, responsabilità disciplinare;
  • Codice di comportamento dei dipendenti pubblici e prevenzione della corruzione: D.P.R. n. 62/2013;
  • Atti amministrativi, procedimento amministrativo e accesso ai documenti amministrativi: L. n. 241/1990 principi generali, responsabilità, partecipazione, semplificazione – con esclusione delle conferenze di servizi e della segnalazione certificata di inizio attività –, efficacia e patologia del provvedimento amministrativo, accesso ai documenti amministrativi;
  • Diritto di accesso civico e obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte della P.A.: D.Lgs. n. 33/2013 principi generali, diritti e obblighi;
  • Documentazione amministrativa e relativa digitalizzazione: D.P.R. n. 445/2000 documentazione amministrativa, semplificazione, sistema di gestione informatica dei documenti e D.Lgs. n. 82/2005 documento informatico e trasmissione telematica di documenti informatici;
  • Svolgimento di valutazioni attinenti a problemi concreti di carattere amministrativo e gestionale;
  • Conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.
  • La prova orale, che comprenderà anche la discussione del percorso formativo e professionale della candidata o del candidato (discussione del curriculum vitae), verterà sulle seguenti materie:
  •  approfondimento delle materie previste nella prova scritta;
  • valutazione delle competenze trasversali e relazionali (così dette soft skills) (vedi art. 1 “Contenuti professionali delle competenze richieste”);
  • accertamento della conoscenza di una lingua straniera a scelta tra inglese o francese o spagnolo; accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata unicamente per via telematica dal 22 MAGGIO 2024 ed entro le ore 23:59 del 21 GIUGNO 2024, mediante la compilazione del format di candidatura sul Portale Unico di Reclutamento della Funzione Pubblica (InPA), disponibile all’indirizzo internet https://www.inpa.gov.it/

Per partecipare alla procedura occorre inviare la propria candidatura, previa registrazione al Portale Unico del Reclutamento.  La registrazione al predetto Portale è gratuita e può essere realizzata esclusivamente mediante i sistemi di identificazione SPID



PADOVA 18 ISTRUTTORI AMMINISTRATIVO CONTABILI – LEGGI QUI IL BANDO

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE

CONCORSO REGIONE EMILIA-ROMAGNA


CONCORSO REGIONE EMILIA-ROMAGNA

CONCORSO REGIONE EMILIA-ROMAGNA, 18 posti per diplomati 14 per laureati. Leggi di seguito per tutte le informazioni.


SCADENZA:

19/06/2024


DOMANDA:

La domanda di partecipazione alla selezione deve essere presentata con modalità telematiche, come sottoindicate, entro e non oltre le ore 13:00 del 19 giugno 2024. Dopo tale termine non sarà possibile procedere alla compilazione e all’invio della domanda.

I candidati dovranno compilare la domanda di candidatura tramite il “Portale del Reclutamento  InPA”, raggiungibile al link https://www.inPA.gov.it/.



14 POSTI DELL’AREA “FUNZIONARI ED ELEVATA QUALIFICAZIONE” C.C.N.L. FUNZIONI LOCALI  PROFILO PROFESSIONALE “SPECIALISTA AMMINISTRATIVO CONTABILE”

TITOLI RICHIESTI

aver conseguito un Diploma di Laurea di Primo Livello (triennale), a Ciclo Unico oppure una Laurea di Vecchio Ordinamento.

PROVE

Prova preselettiva:

La prova preselettiva si svolgerà il giorno 17 luglio 2024.

I contenuti dei quesiti sono finalizzati all’accertamento delle conoscenze relative alle materie indicate. I contenuti potranno essere integrati con quesiti relativi alla soluzione di problemi di tipo logico – deduttivo – numerico e di cultura generale.

I candidati dovranno rispondere a 30 quesiti a risposta multipla nel tempo massimo di 30 minuti. CiascunN quesito proposto consiste in una domanda con tre alternative di risposta, delle quali solo una è esatta. Il punteggio sarà attribuito come segue:

  • 1 punto: risposta esatta
  •  0,27: risposta errata o multipla
  • 0 (zero): mancata risposta

Prova scritta

La prova scritta si svolgerà il giorno 27 settembre 2024 alle ore 9:00.

La prova scritta verrà svolta dalla Commissione esaminatrice tramite il supporto di un soggetto esterno specializzato, utilizzando una specifica piattaforma digitale.

I candidati devono presentarsi alla prova muniti di un valido documento d’identità.

La prova scritta verrà svolta in modalità a distanza.

La prova scritta consisterà in un’elaborazione diretta ad accertare le attitudini, capacità e conoscenze tecniche relative al profilo ricercato di cui al paragrafo 1.

Per la valutazione della prova scritta la Commissione esaminatrice dispone di un massimo di 30 punti. La prova si intende superata se il candidato consegue una votazione di almeno 18/30.

L’esito della prova scritta sarà reso noto ai candidati tramite pubblicazione dei risultati sul portale unico del reclutamento InPA nonché sul portale regionale, al link della procedura, secondo le modalità che verranno comunicate il giorno delle prove.

Prova orale

La prova orale prevede l’approfondimento delle conoscenze sulle materie oggetto della prova scritta nonché la verifica dell’effettiva capacità di risolvere problemi, elaborare soluzioni nell’ambito delle proprie competenze lavorative ed inserirsi proficuamente nell’organizzazione regionale.

Nell’ambito della prova orale verrà altresì verificata la conoscenza del Codice di Comportamento della Regione Emilia-Romagna approvato con delibera della Giunta Regionale n. 905/2018.

I candidati devono presentarsi alla prova muniti di un valido documento d’identità.

Per la valutazione della prova orale la Commissione esaminatrice dispone di un massimo di 30 punti. La prova si intende superata se il candidato consegue una votazione di almeno 18/30.

Il calendario delle prove orali, le modalità operative e tecniche di dettaglio per l’orale, nonché il loro esito saranno pubblicati sul portale unico del Reclutamento InPA e sul portale regionale al link della procedura.

MATERIE

Attitudini, capacità e conoscenze tecniche

  •  conoscenza dell’attività contrattuale delle Amministrazioni pubbliche (D. Lgs. 36/2023);
  •  elementi di diritto civile in materia di obbligazioni e contratti (Libro IV, Codice civile);
  •  conoscenza dei sistemi di controllo contabile: finalità, principi, oggetti e fasi della gestione delle entrate e delle spese;
  •  nozioni in materia di contabilità pubblica;
  •  conoscenza dell’ordinamento finanziario e contabile delle regioni ed in particolare il Titolo III del D.lgs. 118/2011;
  •  elementi di diritto europeo, con particolare riferimento agli aspetti istituzionali e alla disciplina dei fondi di cui al Regolamento (UE) n. 2021/1060 del Parlamento europeo e del Consiglio del 24 giugno 2021;
  •  conoscenze in materia di rendicontazione dei fondi strutturali e dei progetti Europei;
  •  conoscenza del Regolamento delegato (UE) n. 240/2014 della Commissione, del 7 gennaio 2014, recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell’ambito dei fondi strutturali e d’investimento europei (Codice di Condotta del Partenariato);
  •  conoscenza della lingua inglese, in particolare comprensione dei testi scientifici settoriali;
  •  conoscenza dei principali strumenti di office automation con particolare riferimento agli ambienti collaborativi in cloud.

Conoscenze amministrative

  •  i principi fondamentali e l’assetto delle competenze secondo il Titolo V, Parte II, della Costituzione;
  •  Statuto della Regione Emilia-Romagna;
  •  disciplina organica in materia di organizzazione dell’ente e gestione del personale in vigore (delibera della Giunta regionale n. 2317 del 22/12/2023);
  •  disciplina regionale dell’orario di lavoro e disciplina regionale del lavoro agile in vigore (delibera della Giunta regionale n. 2209 del 12/12/2022);
  •  disciplina del procedimento amministrativo e degli atti amministrativi (L. 241/1990);
  •  il Codice dell’Amministrazione Digitale (D.Lgs. 82/2005), con particolare riferimento alle disposizioni del Capo I e Capo III;
  •  trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione (L. 190/2012, D. Lgs. 39/2013, D. Lgs. 33/2013);
  • normativa in materia di protezione dei dati personali (Regolamento 2016/679/UE) e sua applicazione;
  •  Codice di comportamento della Regione Emilia-Romagna approvato con delibera della Giunta Regionale n. 905/2018.

Competenze trasversali:

  •  capacità e competenze gestionali e sociorelazionali adeguate ad affrontare, con adeguata consapevolezza critica, problemi di notevole complessità;
  •  capacità di lavoro in autonomia accompagnata da un grado elevato di capacità gestionale, organizzativa, professionale atta a consentire lo svolgimento di attività di conduzione, coordinamento e gestione di funzioni di significativa importanza e responsabilità e/o di funzioni ad elevato contenuto professionale e specialistico;
  •  capacità di lavorare in team multidisciplinari e con orientamento al cliente/utente;
  •  assunzione di responsabilità amministrative e di risultato, a diversi livelli, in ordine alle funzioni specialistiche e/o organizzative affidate.


18 POSTI DELL’AREA “ISTRUTTORI” C.C.N.L. FUNZIONI LOCALI – PROFILO PROFESSIONALE “ASSISTENTE AMMINISTRATIVO CONTABILE

TITOLI RICHIESTI

diploma di scuola secondaria di secondo grado (diploma di maturità). Nella domanda di candidatura dovrà essere selezionata la tipologia del percorso (liceale, tecnico, professionale, magistrale, artistico) e specificato il titolo conseguito.

PROVE

Preselezione

La prova preselettiva si svolgerà il giorno 17 luglio 2024.

I contenuti dei quesiti sono finalizzati all’accertamento delle conoscenze relative alle competenze di cui al paragrafo 1 del presente Avviso. I contenuti potranno essere integrati con quesiti relativi alla soluzione di problemi di tipo logico – deduttivo – numerico e di cultura generale.

I candidati dovranno rispondere a 30 quesiti a risposta multipla nel tempo massimo di 30 minuti. Ciascun quesito proposto consiste in una domanda con tre alternative di risposta, delle quali solo una è esatta. Il punteggio sarà attribuito come segue:

  • 1 punto: risposta esatta
  • 0,27: risposta errata o multipla
  • 0 (zero): mancata risposta

Prova scritta

La prova scritta si svolgerà il giorno 26 settembre 2024 alle ore 14:00.

La prova scritta verrà svolta dalla Commissione esaminatrice tramite il supporto di un soggetto esterno specializzato, utilizzando una specifica piattaforma digitale.

I candidati devono presentarsi alla prova muniti di un valido documento d’identità.

La prova scritta verrà svolta in modalità a distanza.

La prova scritta consisterà in un’elaborazione diretta ad accertare le attitudini, capacità e conoscenze tecniche relative al profilo ricercato di cui al paragrafo 1.

Per la valutazione della prova scritta la Commissione esaminatrice dispone di un massimo di 30 punti. La prova si intende superata se il candidato consegue una votazione di almeno 18/30.

Prova orale

La prova orale prevede l’approfondimento delle conoscenze sulle materie oggetto della prova scritta nonché la verifica dell’effettiva capacità di risolvere problemi, elaborare soluzioni nell’ambito delle proprie competenze lavorative ed inserirsi proficuamente nell’organizzazione regionale.

Nell’ambito della prova orale verrà altresì verificata la conoscenza del Codice di Comportamento della Regione Emilia-Romagna approvato con delibera della Giunta Regionale n. 905/2018.

I candidati devono presentarsi alla prova muniti di un valido documento d’identità.

Per la valutazione della prova orale la Commissione esaminatrice dispone di un massimo di 30 punti. La prova si intende superata se il candidato consegue una votazione di almeno 18/30.

Il calendario delle prove orali, le modalità operative e tecniche di dettaglio per l’orale, nonché il loro esito saranno pubblicati sul portale unico del Reclutamento InPA e sul portale regionale al link della procedura.

MATERIE

Attitudini, capacità e conoscenze tecniche  nozioni in materia di attività contrattuale nelle Amministrazioni pubbliche: (D. Lgs. 36/2023);

  • conoscenza dei sistemi di controllo contabile: finalità, principi, oggetti e fasi della gestione delle entrate e delle spese;
  •  nozioni in materia di ordinamento finanziario e contabile delle Regioni ed in particolare il Titolo III del D.lgs. 118/2011;
  •  elementi di diritto europeo, con particolare riferimento agli aspetti istituzionali e alla disciplina dei fondi di cui al Regolamento (UE) 2021/1060 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 giugno 2021;
  •  nozioni in materia di rendicontazione dei fondi strutturali e dei progetti europei;
  •  conoscenza del regolamento delegato (UE) n. 240/2014 della Commissione, del 7 gennaio 2014, recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell’ambito dei fondi strutturali e d’investimento europei (Codice di Condotta del Partenariato);
  •  conoscenza della lingua inglese, in particolare comprensione dei testi scientifici settoriali;
  •  conoscenza dei principali strumenti di office automation con particolare riferimento agli ambienti collaborativi in cloud.

Conoscenze amministrative

  •  i principi fondamentali e l’assetto delle competenze secondo il Titolo V, Parte II, della Costituzione;
  •  Statuto della Regione Emilia-Romagna;
  •  disciplina organica in materia di organizzazione dell’ente e gestione del personale in vigore (delibera della Giunta regionale n. 2317 del 22/12/2023);
  •  disciplina regionale dell’orario di lavoro e disciplina regionale del lavoro agile in vigore (delibera della Giunta regionale n. 2209 del 12/12/2022);
  •  cenni sul procedimento amministrativo (L. 241/1990);
  •  cenni sul Codice dell’Amministrazione Digitale (D.Lgs. 82/2005), con particolare riferimento alle disposizioni del Capo I e Capo III;
  •  trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione (L. 190/2012, D. Lgs. 39/2013, D. Lgs. 33/2013);
  • normativa in materia di protezione dei dati personali (Regolamento 2016/679/UE) e sua applicazione;
  • Codice di comportamento della Regione Emilia-Romagna approvato con delibera della Giunta Regionale n. 905/2018.

Competenze trasversali:

  •  capacità e competenze gestionali e socio-relazionali adeguate ad affrontare, con adeguata consapevolezza critica, problemi di notevole complessità;
  •  capacità di lavoro in autonomia accompagnata da un grado elevato di capacità gestionale, organizzativa, professionale atta a consentire lo svolgimento di attività di conduzione, coordinamento e gestione di funzioni di significativa importanza e responsabilità e/o di funzioni ad elevato contenuto professionale e specialistico;
  •  capacità di lavorare in team multidisciplinari e con orientamento al cliente/utente;
  •  assunzione di responsabilità amministrative e di risultato, a diversi livelli, in ordine alle funzioni specialistiche e/o organizzative affidate.

CONCORSO REGIONE EMILIA-ROMAGNA – BANDO 14 LAUREATI

CONCORSO REGIONE EMILIA-ROMAGNA – BANDO 18 DIPLOMATI

 

CONCORSO REGIONE EMILIA-ROMAGNA

PROVE SCRITTE CONCORSO 564 DOGANE


PROVE SCRITTE CONCORSO 564 DOGANE

A seguito della pubblicazione degli esiti delle prove preselettive, apriamo le iscrizioni al corso di preparazione alle prove scritte.


564 FUNZIONARI ADM CODICE ADM/FAMM CORSO DI PREPARAZIONE ALLA PROVA SCRITTA.

CORSO PROVE SCRITTE DOGANE: SCARICA LA PRESENTAZIONE

VAI ALLA PAGINA DEL CORSO 

Il corso tratta tutte le materie del concorso, ed è composto dai moduli di:

  • DIRITTO COSTITUZIONALE
  • DIRITTO AMMINISTRATIVO
  • DIRITTO TRIBUTARIO
  • DIRITTO CIVILE
  • ECONOMIA POLITICA
  • CONTABILITA’ AZIENDALE
  • DIRITTO EU
  • COMPETENZE TRASVERSALI

Come tutti i nostri corsi è composto da videolezioni, esercitazioni, testi. In particolare:

564 FUNZIONARI ADM - PROVA SCRITTA
564 FUNZIONARI ADM – PROVA SCRITTA

Per maggiori dettagli sul corso puoi contattarci:

  • via mail ad info@lateneo.it
  • via telefono allo 062311304 dal Lunedì al Venerdì dalle 10,00 alle 19,00
  • via chat dai siti www.lateneo.it e www.preparazioneconcorsi.it

Di seguito trovi il link alla presentazione del corso che contiene la suddivisione delle lezioni per materia, il link al bando e quello che ti consente di scaricare il manuale d’uso dei corsi online – versione 2024. Nel manuale trovi tutte le informazioni che ti servono su:

  • come costruiamo i nostri corsi (metodo/struttura/tipo di approccio)
  • quali tipi di materiale contengono
  • come utilizzarli al meglio
  • come iscriversi e come rateizzare il pagamento con PayPal o Pagolight

CORSO PROVE SCRITTE DOGANE: SCARICA LA PRESENTAZIONE

VAI ALLA PAGINA DEL CORSO 


PROVE SCRITTE: ARTICOLAZIONE

Ricordiamo che le prove scritte sono così articolate:

La prova scritta, per i codici concorso ADM/FAMM e ADM/ING, consisterà nella somministrazione di un test di n. 50 quesiti a risposta multipla da risolvere in 90 minuti, con
un punteggio massimo attribuibile di n. 30 punti.  

Si articolerà come segue:

n. 41 quesiti a risposta multipla con tre alternative di risposta, di cui una sola corretta, su tutte o alcune delle materie previste per ciascun codice di concorso.

Per detti quesiti a ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio:

  •  risposta esatta: +0,60 punti;
  • risposta non data: 0 punti;
  •  risposta errata: -0,07 punti.

n. 9 quesiti per l’accertamento delle competenze trasversali, specifiche per le differentifigure professionali di cui all’articolo 1 comma 2, del presente bando, con tre alternative
di risposta predefinita, rappresentativa del livello di efficacia dei possibili comportamenti.Per detti quesiti a ciascuna risposta è attribuito, in funzione del livello di efficacia, il
seguente punteggio:

  • risposta più efficace: +0,60 punti;
  • risposta neutra/mediamente efficace: +0,30 punti;
  • risposta meno efficace/non efficace: 0 punti.

VAI ALLA PAGINA DEL CORSO 


CORSO PROVE SCRITTE DOGANE: SCARICA LA PRESENTAZIONE

PROVE SCRITTE CONCORSO 564 DOGANE

19 Funzionari Comune di Genova


19 Funzionari Comune di Genova

Il Comune di Genova ha indetto 2 concorsi, entrambi per 19 posti, per la qualifica di Funzionario.

Si tratta di:

  • 19 FUNZIONARI AMMINISTRATIVI – ESPERTI GIURIDICI
  • 19 FUNZIONARI AMMINISTRATIVI – ESPERTI CONTABILI

SCADENZA:

per entrambi i concorsi 21/05/2024 alle ore 23:59


19 FUNZIONARI AMMINISTRATIVI – ESPERTI GIURIDICI

TITOLI RICHIESTI

  • Diploma di laurea in Scienze Politiche o Giurisprudenza conseguito con l’ordinamento di studi previgente al D.M. n. 509/99, o corrispondente Laurea Specialistica/Magistrale conseguita con il nuovo ordinamento – secondo l’equiparazione di cui al Decreto del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 09.07.2009,
    oppure possesso di una delle seguenti Lauree di I livello:
  • 02 Scienze dei Servizi Giuridici D.M.509/1999
  • 31 Scienze Giuridiche D.M.509/1999
  • 15 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali D.M.509/1999
  • 19 Scienze dell’Amministrazione D.M.509/1999
  • L-14 Scienze dei Servizi Giuridici D.M. 270/2004
  • L- 36 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali D.M. 270/2004
  • L-16 Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione D.M. 270/2004

MATERIE E PROVE

Prova preselettiva:

L’eventuale preselezione, che in caso di turno unico non sarà soggetta a sorteggio, consisterà in un questionario a risposta multipla avente ad oggetto le materie indicate come da programma delle prove scritte ed orali e test di tipo psico attitudinale e/o test di tipo logico matematico.

La prova scritta verterà sui seguenti argomenti:

  • Diritto Amministrativo;
  • Normativa in materia di contratti pubblici (lavori, servizi e forniture);
  • Normativa in materia di contabilità degli Enti Locali;
  • Normativa in materia di tributi locali;
  • Diritto Civile limitatamente al libro IV del Codice Civile;
  • Ordinamento delle Autonomie Locali;
  • Regolamentazione dei Servizi Pubblici Locali;
  • Disciplina normativa e contrattuale del lavoro alle dipendenze degli Enti Locali.

La prova orale, che potrà prevedere anche la disamina e risoluzione di casi pratici, verterà oltre che sulle materie oggetto della prova scritta, anche sulle seguenti materie:

  • elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • Normativa sul trattamento dei dati personali, anticorruzione e trasparenza;
  • Codice di Comportamento, diritti e doveri dei dipendenti pubblici;
  • Nozioni sul Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi del Comune di Genova.

VAI AL BANDO 19 Funzionari Comune di Genova

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE


19 FUNZIONARI AMMINISTRATIVI – ESPERTI CONTABILI

TITOLI RICHIESTI

  • Economia e Commercio,
  •  Economia assicurativa e previdenziale,
  • Economia aziendale,
  • Economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali,
  • Economia e finanza,Economia e gestione dei servizi,
  • Economia e legislazione per l’impresa,
  • Economia marittima e dei trasporti,
  • Economia Politica;
  • Oppure corrispondente Laurea Specialistica/Magistrale conseguita con il nuovo ordinamento – secondo l’equiparazione di cui al Decreto del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 09.07.2009,
    Oppure  Diploma di laurea di I livello in:
  •  17 Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale D.M.509/1999
  • 28 Scienze Economiche D.M.509/1999
  • L-18 Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale D.M. 270/2004
  •  L-33 Scienze Economiche D.M. 270/2004

MATERIE E PROVE

Prova preselettiva:

L’eventuale preselezione, che in caso di turno unico non sarà soggetta a sorteggio, consisterà in un questionario a risposta multipla avente ad oggetto le materie indicate come da programma delle prove scritte ed orali e test di tipo psico attitudinale e/o test di tipo logico matematico.

La prova scritta potrà vertere sulle seguenti materie:

  • Ordinamento finanziario degli Enti Locali;
  •  Principi di Organizzazione;
  •  Principi di Diritto Amministrativo
  • Normativa in materia di contratti pubblici (lavori, servizi e forniture);
  • Normativa in materia di contabilità pubblica;
  • Normativa in materia di tributi locali;
  • Diritto Civile limitatamente al libro IV del Codice Civile;
  • Ordinamento delle Autonomie Locali;
  • Regolamentazione dei Servizi Pubblici Locali;
  • Elementi di Diritto Societario;
  • Disciplina normativa e contrattuale del lavoro alle dipendenze degli Enti Locali dicui al D.Lgs. 165/2001 e nozioni sul Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Funzioni Locali;

VAI AL BANDO 19 Funzionari Comune di Genova

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE


DOMANDA

Le domande di partecipazione alla selezione dovranno essere redatte esclusivamente mediante la compilazione del form di candidatura sul Portale Unico di Reclutamento della Funzione Pubblica, cd. “InPA”, disponibile all’indirizzo internet https://www.inpa.gov.it/, entro il giorno 21 maggio 2024 alle ore 23:59.
Non sono ammesse altre forme di produzione ed invio della domanda di ammissione.
La presentazione della domanda attraverso una modalità diversa da quella sopra indicata comporta l’esclusione dalla procedura concorsuale.

 

19 Funzionari Comune di Genova – fine pagina

Concorso 98 amministrativi ARES


Concorso 98 amministrativi ARES

Concorso 98 amministrativi ARES


SCADENZA

TITOLI RICHIESTI

Diploma di istruzione secondaria di secondo grado

MATERIE E PROVE

PROVA PRESELETTIVA:

L’Amministrazione, in base al numero delle domande di partecipazione pervenute, si riserva la facoltà di effettuare una preselezione. La prova di preselezione potrà consistere nella risoluzione di un test strutturato su una serie di domande a risposta multipla su materie attinenti al profilo professionale messo a concorso.

PROVA SCRITTA: 

Consisterà nello svolgimento di un tema o nella soluzione di quesiti a risposta sintetica e/o multipla, anche nella combinazione totale o parziale delle predette modalità, vertenti sulle seguenti materie

  • Elementi di Diritto Amministrativo;
  • Elementi di Legislazione Sanitaria Nazionale, Regionale e di organizzazione delle AziendeSanitarie; 
  • Principi generali sulla disciplina del rapporto di lavoro pubblico nel S.S.N; Nozioni generali in tema di documentazione amministrativa, accesso agli atti. 
  • Principi in materia di trattamento e protezione dei dati personali, trasparenza ed anticorruzione;
  • Principi in materia di contabilità e bilancio delle Aziende Sanitarie pubbliche; 
  • Principi in materia di acquisizione di beni e servizi nelle Aziende Sanitarie pubbliche; 
  • La Responsabilità Civile, Penale, Amministrativa e Contabile del dipendente pubblico;  

Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30. 

PROVA PRATICA:

relativa all’esecuzione e/o illustrazione di tecniche specifiche o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta ovvero risoluzione di un caso pratico. La prova pratica potrà essere espletata anche in forma scritta con le stesse modalità prevista per la prova scritta (svolgimento di un tema o nella soluzione di quesiti a risposta sintetica e/o multipla, anche nella combinazione totale o parziale delle predette modalità).  

PROVA ORALE:

vertente sulle materie previste per la prova scritta, su argomenti attinenti la posizione da ricoprire. Nell’ambito della prova orale sarà accertata la conoscenza della lingua inglese, almeno a livello iniziale, e la conoscenza dell’uso di apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse. 

VALUTAZIONE DEI TITOLI

VALUTAZIONE DEI TITOLI E PROVE D’ESAME

I titoli saranno valutati dalla Commissione esaminatrice, ai sensi degli artt. 8, 11, 20, 21 e 22 del D.P.R. 220/2001, ad eccezione di quelli richiesti quale requisito d’ammissione al concorso, i quali non saranno oggetto di valutazione.

I punteggi per i titoli e per le prove d’esame sono complessivamente 100 (cento) e sono così ripartiti:

A) 30 PUNTI PER I TITOLI:

I punteggi per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:

TITOLI

  • titoli di carriera fino ad un massimo di punti 15
  • titoli accademici e di studio fino ad un massimo di punti 3
  • pubblicazioni e titoli scientifici fino ad un massimo di punti 2
  • curriculum formativo e professionale fino ad un massimo di punti 10

PUNTI PER LE PROVED’ESAME:

  • per la prova scritta 21/30
  •  per la prova pratica 14/20
  •  per la prova orale 14/20

DESTINAZIONI

  • AOU CAGLIARI 1
  • ASL CAGLIARI 19
  • AOU SASSARI 10
  • ASL GALLURA 5
  • ASL NUORO 20
  • ASL ORISTANO 7
  • ASL SULCIS 5
  • ASL OGLIASTRA 10
  • ARES SARDEGNA 20
  • ISTITUTO ZOOPROFILATTICO 1

Per l’Azienda ASL Gallura, n. 1 posto è riservato alle categorie di cui alla legge 68 del 12/3/1999 e s.m.i..

All’atto della presentazione della domanda, CIASCUN CANDIDATO DOVRÀ INDICARE, NELLA SEZIONE DEDICATA, LE AZIENDE SANITARIE PER LE QUALI INTENDE CONCORRERE.

SARÀ POSSIBILE INDICARE UN MASSIMO DI TRE (3) PREFERENZE.

DOMANDA

Per procedere alla compilazione della domanda, il candidato deve accedere alla piattaforma telematica esclusivamente tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità digitale) o CIE (Carta di identità elettronica) e registrarsi. A tal fine occorre:

Collegarsi al sito internet: https://ares-sardegna.iscrizioneconcorsi.it/
entrare con le proprie credenziali SPID o CIE;
inserire i dati richiesti nella pagina di registrazione (se non già registrati) e seguire le istruzioni.


Vai al bando Concorso 98 amministrativi ARES Sardegna

Vai al corso di preparazione Concorso 98 amministrativi ARES Sardegna

 

Concorso 98 amministrativi ARES – fine pagina

Concorso 3946 addetti ufficio del processo


Concorso 3946 addetti ufficio del processo

Concorso pubblico, per titoli ed esami, su base distrettuale, ad eccezione di Trento e Bolzano, per il reclutamento a tempo determinato di 3.946 unità di personale non dirigenziale dell’Area funzionari, con il profilo di Addetto all’Ufficio per il processo, da inquadrare tra il personale del Ministero della giustizia


SCADENZA

26/04/2024

TITOLI RICHIESTI

  • Laurea (L) in: L-14 Scienze dei servizi giuridici; titoli equiparati ed equipollenti;
  • Diploma di Laurea (DL) in Giurisprudenza; titoli equiparati ed equipollenti;
  • Laurea Specialistica (LS) in: 22/S Giurisprudenza; 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica; titoli equiparati ed equipollenti:
  • Laurea Magistrale (LM) in: LMG/01 Giurisprudenza e titoli equiparati ed equipollenti; nonché, nei soli limiti di cui ai commi 1 e 7 dell’articolo 1, in possesso di:
  • Laurea (L) in: L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 Scienze economiche; L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali; titoli equiparati ed equipollenti;
  • Diploma di Laurea (DL) in: Economia e commercio; Scienze politiche; titoli equiparati ed equipollenti;
  • Laurea Specialistica (LS) in: 57/S Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali; 60/S Relazioni internazionali; 64/S Scienze dell’economia; 70/S Scienze della politica; 71/S Scienze delle pubbliche amministrazioni; 84/S Scienze economico-aziendali; 88/S Scienze per la cooperazione allo sviluppo; 89/S Sociologia; 99/S Studi europei; titoli equiparati ed equipollenti;
  • Laurea Magistrale (LM) in: LM-52 Relazioni internazionali; LM-56 Scienze dell’economia; LM-62 Scienze della politica; LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-77 Scienze economico-aziendali; LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo; LM-87 Servizio sociale e politiche sociali; LM-88 Sociologia e ricerca sociale; LM-90 Studi europei; titoli equiparati ed equipollenti;

MATERIE E PROVE

a) valutazione dei titoli

La valutazione è effettuata sulla base dei titoli dichiarati dai candidati negli appositi spazi della domanda di ammissione al concorso. Tutti i titoli di cui il candidato richiede la valutazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda di cui al presente bando.

Ai titoli è attribuito un valore massimo complessivo di 15 punti, così ripartiti:

  • sino a punti 6,00 per il voto di laurea:
    • i. 110 e lode, punti 3,00;
    • ii. 110, punti 2,75;
    • iii. 109, punti 2,50;
    • iv. 108, punti 2,25;
    • v. 107, punti 2,00;
    • vi. 106, punti 1,90;
    • vii. 105, punti 1,80;
    • viii. 104, punti 1,70;
    • ix. 103, punti 1,60;
    • x. 102, punti 1,50;
    • xi. 101, punti 1,40;
    • xii. 100, punti 1,30;
    • xiii. 99, punti 1,20;
    • xiv. da 96 a 98, punti 1,10;
    • xv. da 92 a 95, punti 1,00;
    • xvi. da 87 a 91, punti 0,90;
    • xvii. da 81 a 86, punti 0,80;
    • xviii. da 74 a 80, punti 0,70;
    • xix. da 68 a 73, punti 0,60;
    • xx. da 66 a 67, punti 0,50.
  • sino a un massimo di punti 5,00 per eventuali ulteriori titoli universitari in ambiti attinenti al profilo di addetto all’ufficio per il processo
  • punti 3,00 per l’abilitazione alla professione di avvocato;
  • punti 3,00 per l’abilitazione alla professione di dottore commercialista ed alla professione di esperto contabile;
  • abilitazioni professionali (tranne che per le professioni di avvocato, dottore commercialista edesperto contabile): punti, 0,50 per ciascuna, fino a un massimo di 1 punto;
  • punti 4,00 per il positivo espletamento del tirocinio presso gli uffici giudiziari ai sensi dell’articolo 73 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla egge 9 agosto 2013, n. 98;
  • punti 2,00 per il servizio prestato presso la Corte di cassazione, la Procura generale presso la Corte di cassazione nonché le sezioni specializzate dei tribunali in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell’Unione europea, quali research officers, nell’ambito del Piano operativo dell’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo – EASO.

b) prova scritta

La prova scritta, unica per tutti i codici di concorso di cui all’articolo 1, comma 1, consiste in un test di n. 40 (quaranta) quesiti a risposta multipla da risolvere nell’arco di 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di trenta punti.

La prova si intende superata se è raggiunto il punteggio minimo di 21/30 ed è volta a verificare la conoscenza delle seguenti materie:

  • Diritto pubblico;
  • Ordinamento giudiziario;
  • Lingua inglese.

A ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio:

  • Risposta esatta: +0,75 punto;
  • Mancata risposta: 0 punti;
  • Risposta sbagliata: – 0,375 punti.

La prova scritta potrà svolgersi presso sedi decentrate do

DESTINAZIONI

  • Distretto della Corte di Appello di Catanzaro n. 150 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Firenze n. 205 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Genova n. 146 unità
  • Distretto della Corte di Appello di L’Aquila n. 88 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Lecce n. 92 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Messina n. 41 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Milano n. 347 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Napoli n. 460 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Palermo n. 157 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Perugia n. 47 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Potenza n. 58 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Reggio Calabria n. 91 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Roma n. 494 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Salerno n. 93 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Torino n. 260 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Trieste n. 106 unità
  • Distretto della Corte di Appello di Venezia n. 203 unità

DOMANDA

La domanda può essere presentata per uno solo dei codici concorso di cui al precedente articolo 1, comma  Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS, compilando il format di candidatura sul Portale “inPA”, disponibile all’indirizzo internet “https://www.inpa.gov.it/”, previa registrazione sullo stesso Portale. All’atto della registrazione l’interessato dovrà compilare il proprio curriculum vitae con valore di dichiarazione sostitutiva di certificazione, ai sensi dell’articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato o di un domicilio digitale.


CORSO DI PREPARAZIONE IN ALLESTIMENTO. INVIA UNA MAIL AD INFO@LATENEO.IT PER INFORMAZIONI AGGIORNATE


VAI AL BANDO Concorso 3946 addetti ufficio del processo

VAI AL SITO INPA

FAQ Ufficio per il Processo.pdf

CONCORSO COMMISSARI POLIZIA 2024


CONCORSO COMMISSARI POLIZIA 2024

È indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione di 196 commissari della carriera dei funzionari di Polizia.


VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE


SCADENZA24 Febbraio 2024

TITOLI RICHIESTI:

essere in possesso di una laurea magistrale o specialistica a contenuto giuridico conseguita presso un’Università della Repubblica italiana o un Istituto di istruzione universitario equiparato.

FASI DEL CONCORSO:

  • prova preselettiva;
  • accertamenti psico-fisici;
  • accertamento attitudinale;
  • prove scritte;
  • prova orale;

MATERIE E PROVE

La prova preselettiva prevede un questionario, articolato in domande con risposta a scelta multipla, sulle seguenti materie:

  • diritto penale,
  • diritto processuale penale,
  • diritto civile,
  • diritto costituzionale,
  • diritto amministrativo.

i questionari della prova preselettiva saranno pubblicati almeno trenta giorni prima dell’inizio dello svolgimento della
medesima prova, sul sito web istituzionale www.poliziadistato.it. Il calendario e al sede o le sedi di svolgimento dell’eventuale prova preselettiva saranno pubblicati sul sito web istituzionale www.poliziadistato.it, il giorno 29 febbraio 2024, con valore
di notifica a tutti gli effetti.


Ai fini dello svolgimento della verifica dell’efficienza fisica i candidati convocati sono sottoposti agli esercizi ginnici, da superare ni sequenza, sotto specificati:

Il mancato superamento, anche di uno dei suddetti esercizi ginnici, determina l’esclusione dal concorso per inidoneità, motivata in apposito verbale notificato contestualmente al candidato escluso.
Le “Modalità relative allo svolgimento delle prove di efficienza fisica” sono pubblicate sul sito web istituzionale www.poliziadistato. it almeno sette giorni prima dell’inizio delle stesse.  lI giorno di presentazione alle suddette prove di efficienza fisica, tutti i candidati devono essere muniti di idoneo abbigliamento sportivo e di un valido documento di identità e devono altresì consegnare, a pena di esclusione dal concorso, un certificato di idoneità sportiva agonistica per l’atletica leggera, conforme al decreto del Ministero della Sanità del 18 febbraio 1982, rilasciato da medici appartenenti alla Federazione Medico Sportiva Italiana, o, comunque, a strutture sanitarie pubbliche o private convenzionate, in cui esercitino medici specialisti in “medicina dello sport”.


I candidati risultati idonei all’accertamento dei requisiti psico-fisici e i candidati appartenenti ai ruoli del personale della Polizia di Stato che espleta funzioni di polizia saranno sottoposti alla verifica del possesso delle qualità attitudinali da parte di una Commissione.

Gli accertamenti sono articolati in due distinte fasi:

a) fase istruttoria, volta alla preliminare ricognizione degli elementi necessari per la formazione della decisione finale. Tale fase sarà condotta separatamente da:

  • funzionari della carriera dei funzionari tecnici di polizia del ruolo degli psicologi, mediante somministrazione di una batteria di test composta da uno o più test psicometrici
  • funzionari appartenenti ad una delle carriere dei funzionari della Polizia di Stato, in possesso della qualifica di perito in materia di selezione attitudinale, individuati, preferibilmente, tra gli appartenenti al ruolo che espleta funzioni di polizia, mediante conduzione di un’intervista attitudinale con il candidato, finalizzata all’esplorazione delle aree del profilo attitudinale di riferimento, anche alla luce delle indicazioni fornite nella “relazione psicologica”. Gli esiti dell’intervista sono riportati in una “scheda di valutazione attitudinale”;

b) fase costitutiva, nella quale la commissione – composta da membri diversi da quelli della fase precedente – valutata documentazione istruttoria e le risultanze di un ulteriore colloquio condotto collegialmente, assume le deliberazioni conclusive in merito al possesso dei requisiti attitudinali, alle potenzialità indispensabili all’espletamento delle funzioni e all’assunzione delle relative responsabilità.


Le due prove scritte, della durata massima di otto ore ciascuna, vertono sulle seguenti materie:
a) diritto costituzionale congiuntamente o disgiuntamente a diritto amministrativo, con eventuale riferimento alla legislazione speciale in materia di pubblica sicurezza;
b) diritto penale congiuntamente o disgiuntamente a diritto processuale penale.


La prova orale, oltre che sulle materie oggetto delle prove scritte, verte sulle seguenti materie:

  • diritto civile;
  •  diritto della navigazione;
  • ordinamento dell’Amministrazione della pubblica sicurezza;
  • diritto dell’Unione europea;
  • diritto internazionale;
  •  nozioni di medicina legale;
  •  lingua inglese.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata e trasmessa entro il termine perentorio di trenta giorni, che decorre dal giorno successivo ala data di pubblicazione del presente bando sul Portale unico del reclutamento, disponibile all’indirizzo www.inpa.gov.it.
La citata domanda deve essere compilata e trasmessa utilizzando la procedura informatica disponibile all’indirizzo https://concorsionline.poliziadistato.it, accessibile attraverso link di reindirizzamento presente sul citato Portale unico del reclutamento.

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE


CONCORSO COMMISSARI POLIZIA 2024 – fine pagina

CONCORSO 375 POSTI MINISTERO AGRICOLTURA


CONCORSO 375 POSTI MINISTERO AGRICOLTURA

Concorso pubblico su base territoriale, per titoli ed esami, per il reclutamento di un contingente complessivo di n. 374 (trecentosettantaquattro) unità di personale non dirigenziale, a tempo pieno e indeterminato, da inquadrare nell’Area Funzionari.

SCADENZA

27 Gen 2024 23:59

DOMANDA

la domanda può essere presentata per uno solo dei codici di concorso di cui al precedente articolo 1, comma 1. Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS, compilando il format di candidatura sul Portale “inPA”, disponibile all’indirizzo internet “https://www.inpa.gov.it/”, previa registrazione sullo stesso Portale. 

PROFILI MESSI A CONCORSO

112 (centododici) unità da destinare alla Sezione Agricoltura, presso l’amministrazione centrale in Roma, suddivise come segue: 

  • 28 unità con il profilo di di funzionario agrario forestale, di cui n. 1 unità prioritariamente riservata ai sensi dell’articolo 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68 (Codice A.1); 
  • 44 unità con il profilo di funzionario amministrativo contabile, di cui n. 1 unità prioritariamente riservata ai sensi dell’articolo 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68 (Codice A.2); 
  • 18 unità con il profilo di funzionario amministrativo giuridico (Codice A.3); 
  • 12 unità con il profilo di funzionario informatico (Codice A.4); 
  • 3 unità con il profilo di funzionario linguistico e per la comunicazione (Codice A.5); 
  • 2 unità con il profilo di funzionario tecnico ambientale (Codice A.6); 
  • 2 unità con il profilo di funzionario tecnico idraulico (Codice A.7); 
  • 1 unità con il profilo di funzionario tecnico meccanico (Codice A.8); 
  • 2 unità con il profilo di funzionario veterinario (Codice A.9).

262 (duecentosessantadue) unità da destinare alla Sezione ICQRF, suddivise come segue:

  • 128 unità con il profilo di ispettore agrario (Codici B.1., B.2, B.3)  
  • 25 unità con il profilo di ispettore amministrativo contabile (Codici B.4, B.5, B.6) 
  • 84 unità con il profilo di ispettore amministrativo giuridico (Codici B.7, B.8, B.9) 
  • 2 unità con il profilo di ispettore informatico (Codici B.10, B.11, B.12) 
  • 23 unità con il profilo di ispettore chimico (Codice B.13) 

PROVE

La prova scritta distinta per i profili professionali consisterà in un test di n. 40 (quaranta) quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30 punti. 

Avrà per oggetto:

25 domande sulle varie materie previste nei profili (leggi il bando per tutti i dettagli)

8 (otto) quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico- verbale; 

7 (sette) quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo.

La prova scritta si svolgerà esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali, assicurando comunque la trasparenza e l’omogeneità delle prove somministrate in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti. 

La prova orale, distinta per profilo professionale di cui al precedente articolo 1, consiste in un colloquio interdisciplinare volto ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati nelle materie della prova scritta. La prova orale si svolge in un’aula aperta al pubblico, di capienza idonea ad assicurare la massima partecipazione e, in caso di impossibilità a procedere in tal senso, lo svolgimento della prova può avvenire in videoconferenza.



CONCORSO 375 POSTI MINISTERO AGRICOLTURA – fine pagina